Servizio civile, il Comune attiverà nove posti

foto_027342900Nove posti per il servizio civile solidale, da impiegare al centro di aggregazione giovanile, ai Servizi Sociali, al progetto Città Sane, e al servizio Ludobus e Ludoteca…Saranno questi i progetti che il Comune di Udine presenterà alla Regione Friuli Venezia Giulia negli ambiti di attività ”educazione e promozione culturale” e ”politiche della pace e diritti umani” dell’apposito bando regionale.

“Il Servizio Civile solidale è una grande opportunità rivolta ai giovani per sperimentare una prima esperienza di lavoro e, allo stesso tempo, rendere un servizio alla comunità – spiega l’assessore Raffaella Basana – riteniamo quindi fondamentale dare un proseguimento a questa esperienza”.

Nel dettaglio, il Comune propone di attivare quattro progetti. Il primo riguarderà due posti da impiegare al centro di aggregazione giovanile Punto Incontro Giovani, per un totale di 240 ore. Il secondo riguarderà sempre due posti al Servizio Servizi Sociali (con specifico riferimento al Centro Servizi per Stranieri) per un totale di 360 ore. Il terzo riguarda altri due posti all’Ufficio di progetto Città Sane, sempre per 360 ore. L’ultimo progetto, dedicato al servizio di Ludobus e Ludoteca, riguarderà tre posti per 360 ore.

I servizi si svolgeranno su turni di 4-5 ore al giorno, senza spese per il servizio di tutoraggio che sarà svolto con personale interno, e con la collaborazione di alcune associazioni ( tra le quali Caritas di Udine, CeVi, Centro Servizi Volontariato e Oikos) che hanno confermato la loro disponibilità.

Il “Servizio Civile solidale”, promosso dalla Regione e avviato nel 2009, ha l’obiettivo di stimolare la partecipazione dei giovani dai 16 ai 17 anni ad esperienze di solidarietà e di cittadinanza attiva. Per il volontario in Servizio civile solidale è previsto dalla Regione un riconoscimento economico pari a 594,92 euro, per la partecipazione ai progetti da 240 ore, e 892,38 euro per quelli da 360 ore.

#news

foto_027342900Nove posti per il servizio civile solidale, da impiegare al centro di aggregazione giovanile, ai Servizi Sociali, al progetto Città Sane, e al servizio Ludobus e Ludoteca…Saranno questi i progetti che il Comune di Udine presenterà alla Regione Friuli Venezia Giulia negli ambiti di attività ”educazione e promozione culturale” e ”politiche della pace e diritti umani” dell’apposito bando regionale.

“Il Servizio Civile solidale è una grande opportunità rivolta ai giovani per sperimentare una prima esperienza di lavoro e, allo stesso tempo, rendere un servizio alla comunità – spiega l’assessore Raffaella Basana – riteniamo quindi fondamentale dare un proseguimento a questa esperienza”.

Nel dettaglio, il Comune propone di attivare quattro progetti. Il primo riguarderà due posti da impiegare al centro di aggregazione giovanile Punto Incontro Giovani, per un totale di 240 ore. Il secondo riguarderà sempre due posti al Servizio Servizi Sociali (con specifico riferimento al Centro Servizi per Stranieri) per un totale di 360 ore. Il terzo riguarda altri due posti all’Ufficio di progetto Città Sane, sempre per 360 ore. L’ultimo progetto, dedicato al servizio di Ludobus e Ludoteca, riguarderà tre posti per 360 ore.

I servizi si svolgeranno su turni di 4-5 ore al giorno, senza spese per il servizio di tutoraggio che sarà svolto con personale interno, e con la collaborazione di alcune associazioni ( tra le quali Caritas di Udine, CeVi, Centro Servizi Volontariato e Oikos) che hanno confermato la loro disponibilità.

Il “Servizio Civile solidale”, promosso dalla Regione e avviato nel 2009, ha l’obiettivo di stimolare la partecipazione dei giovani dai 16 ai 17 anni ad esperienze di solidarietà e di cittadinanza attiva. Per il volontario in Servizio civile solidale è previsto dalla Regione un riconoscimento economico pari a 594,92 euro, per la partecipazione ai progetti da 240 ore, e 892,38 euro per quelli da 360 ore.

#news

Powered by WPeMatico

facebook
481