sextopromo

Inaugurata l’11 giugno con una spettacolare performance live dei Giardini di Mirò, la quinta edizione della rassegna Sexto ‘Nplugged si svolgerà nella cornice di Piazza Castello a Sesto al Reghena, in provincia di Pordenone, fino all’8 agosto. Organizzata come di consueto dall’Associazione Prosesto, con il sostegno di Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Crup, Provincia di Pordenone e con il patrocinio del Comune di Sesto al Reghena e della Abbazia S.Maria, Sexto ‘Nplugged offre da anni una versione unplugged di concerti di artisti che normalmente si propongono nella tipica formazione da tour. Si tratta di una formula, assolutamente unica in Triveneto, pensata per far risaltare il suggestivo e affascinante centro storico di Sesto al Reghena, creando una particolare sintonia tra luogo e musica. Le performance live risultano assolutamente inedite e mostrano i brani musicali nella loro veste originale, quella concepita dall’artista, con una strumentazione essenziale, quasi ad imitare la mancanza di ostentazione caratteristica della vita condotta un tempo dai monaci dell’Abbazia di S.Maria. A questo scopo, vengono allestiti veri e propri set di prove dedicati a sperimentare nuove soluzioni con gli strumenti concordati.

Vari sono gli artisti che hanno calcato in 4 anni il palcoscenico di Sexto ‘Nplugged: Carmen Consoli, Afterhours, Antony & the Johnson, Philip Glass, Michael Nyman, Quintorigo, Ludovico Einaudi, Blonde Redhead, Marlene Kuntz, Davide Van De Sfroos e molti altri.
La ricca edizione 2010 di Sexto ‘Nplugged ha in calendario le performance dello straordinario one-man-band Xavier Rudd e della pop star slovena Tinkara (24 luglio), quella di Badly Drawn Boy, uno dei migliori cantautori inglesi (25 luglio), quindi And Also The Trees e Paolo Benvegnù (07 agosto) e, per chiudere, il live degli sperimentatori Tindersticks (8 agosto). Maggiori informazioni su orari, prevendite e biglietti sul sito www.prosesto.org.

CALENDARIO DI SEXTO ‘NPLUGGED 2010

SABATO 24 LUGLIO
XAVIER RUDD + TINKARA “INAKED”
Xavier Rudd é il classico one-man-band eccentrico ma efficace: suona contemporaneamente chitarra acustica e slide (stile Weissenborn), canta e si accompagna alle percussioni, ma soprattutto utilizza con grande talento tre didgeridoo (lo strumento a fiato degli aborigeni australiani) montati su sostegni in modo che si possa insufflarli senza bisogno di usare le mani. Il risultato è stupefacente, spettacolare e straordinariamente suggestivo.
Tinkara é assolutamente la più popolare e celebrata giovane cantautrice pop-rock slovena. Ha al suo attivo vari album (e altrettanti dischi d’oro e di platino), collaborazioni con artisti del calibro di Mike Peters, Carlos Nunez, The Chieftains ed esibizioni live memorabili con Ian Anderson dei Jethro Tull e Robert Plant dei Led Zeppelin.

DOMENICA 25 LUGLIO
BADLY DRAWN BOY + TRIO D’ARCHI CLOBEDA’S
Badly Drawn Boy è uno dei migliori cantautori inglesi, autore di memorabili hit, canzoni di pubblicità televisive e di importanti colonne sonore. Personaggio carismatico riconoscibile dal suo inseparabile cappello, dallo stile melodico e dal pop raffinato. Nel corso della sua carriera di 10 anni ha vinto “The Hour Of Bewilderbeast” e “Colonna Sonora” del 2002 con il film About A Boy.

SABATO 7 AGOSTO
PAOLO BENVEGNU’ IN “DISSOLUTION” (special acoustic set) + AND ALSO THE TREES
Paolo Benvegnù è il chitarrista cantante fondatore degli Scisma con cui ha pubblicato tre album (“Bombardano Cortina”, “Rosemary Plexiglas” e “Armstrong”); ha intrapreso la carriera solista all’indomani dello scioglimento del gruppo del 2000. Il suo primo disco solista, “Piccoli Fragilissimi Film” (2003), anticipato dal singolo “Suggestionabili”, segna una svolta nella musica di Benvegnù che si lascia alle spalle le sperimentazioni per una proposta scarna ed intimista, un cantautorato estremamente raffinato che conquista subito il pubblico e la critica. Uscito ad inizio 2008, il suo secondo album “Le labbra”, è subito consacrato dalle riviste specializzate come il miglior disco dell’anno. Ad inizio 2009, partecipa al progetto “Il Paese è Reale”, voluto da Manuel Agnelli degli Afterhours.
And also the trees, emersi nella scena musicale britannica dominata dai movimenti postpunk, hanno presto lasciato questa strada per forgiare il loro sound: una commistione tra musica e letteratura, un suono cupo, anti commerciale e lirico grazie al quale hanno saputo sopravvivere allo scorrere del tempo producendo lavori validi e maturi.

DOMENICA 8 AGOSTO
TINDERSTICKS
I Tindersticks si formano nel 1991 a Nottingham. Influenzati dal lavoro del produttore e cantante Lee Hazelwood (storico collaboratore di Nancy Sinatra), e naturalmente predisposti verso una musica fortemente cinematografica e caratterizzata dall’uso massiccio di archi, i Tindersticks pubblicano nel 1993 il loro primo album: un doppio contenente ottanta minuti di musica sognante e cupa, nella migliore tradizione che fa capo a personaggi come Cohen, Gainsbourg o Nick Cave. Dopo vari album e una parentesi solista del cantante Stuart Staples, la band registra nel 2010 Falling Down a Mountain (4AD). Quello che traspare da
quest’ultimo lavoro è un pop-rock di elegantissima e sofisticata fattura, dandy e aristocratico quanto basta, ma anche avido di tuffi al cuore e di sorprese di qualsivoglia genere.

1.438