Bearzi

Sexto ‘Nplugged: Bilancio dell’edizione 2011

sexto

Sabato 6 agosto si è conclusa questa ricca sesta edizione del Sexto ‘Nplugged, con l’ovazione degli oltre 400 presenti al concerto dei funamboleschi Irrepressibles.

Un’edizione, quella del 2011, che ha stupito per la ricercatezza di artisti e realizzazioni live, segno di competenza e qualità in continua crescita e attenta a soddisfare un pubblico che di anno in anno si dimostra sempre più affezionato ed entusiasta.

Ora che è il momento dei bilanci, quindi, non stupirà la grande soddisfazione provata dall’Associazione Pro Sesto, anima del festival e motore delle iniziative che gravitano intorno al territorio di Sesto al Reghena.

I quotidiani feedback di apprezzamenti e complimenti che arrivano in Associazione sono la conferma di un grande successo tangibile serata dopo serata nel numero delle presenze ai concerti e nell’interesse suscitato nei media (tv, radio, stampa) che hanno seguito l’intera manifestazione a livello locale e nazionale con prime pagine di grande rilievo.

Questo è il “salto di qualità” voluto e cercato con l’impegno e il grande lavoro di investimento comunicativo messo in atto dall’Associazione e dal suo ufficio stampa.

Lo dimostra l’affetto di un pubblico nuovo e numeroso che al festival si approccia con curiosità ed entusiasmo, aggiungendosi al sempre crescente numero di estimatori fedeli che si lasciano coinvolgere “a scatola chiusa” dalla qualità delle proposte, senza interrogarsi sulla scelta musicale operata ma bramoso spesso di scoprire progetti musicali non ancora alla portata dei più.

L’effetto, a lungo cullato in queste sei edizioni, si è tradotto in riscontri positivi in regioni come il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, la Lombardia, l’Emilia Romagna, la Liguria e la Sardegna, con echi importanti fuori confine come in Slovenia, Croazia, Portogallo, Austria, Germania, Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Polonia…l’itinerario di un grande successo.

Un grande successo che illumina non solo l’Associazione Pro Sesto, il comune di Sesto al Reghena, la Provincia di Pordenone e tutti gli Enti promotori istituzionali e territoriali interessati, ma soprattutto l’intera Regione Friuli Venezia Giulia, che grazie al Sexto ‘Nplugged si distingue in Italia e all’estero come ospitale terra di arte, cultura e grande tradizione musicale.

facebook

Lascia un commento

721