Bearzi

Sono successe molte cose nel tempo che intercorre tra i due album, Gorilla Manor, acclamato dalla critica e considerato ‘Best New Music Debut Album’ e Hummingbird. Tra recensioni entusiastiche e spettacoli televisivi, Gorilla Manor ha lanciato la band sulla scena mondiale, li ha visti headliner in tutta l’America e in Europa, nonché supporter di band come Arcade Fire e The National, ospiti dei maggiori festival di tutto il mondo, con più di 100.000 copie vendute solo negli Stati Uniti. Al termine di questa esperienza on the road è nato Hummingbird, in un contesto emotivo intrappolato tra due poli opposti. Nei due anni seguenti l’uscita di Gorilla Manor, la band ha visto un susseguirsi di alti e bassi che non avevano mai vissuto prima: mentre i loro sogni musicali si realizzavano, i rapporto personali vacillavano. Le canzoni di Hummingbird incarnano questa specie di dicotomia – sono fragili e potenti, ricchi e semplici, carichi di tensione e sicuri di sé. Quando arrivò il momento decisivo di incidere queste canzoni i Local Natives, dopo aver iniziato la produzione a Montreal, si sono trasferiti a Brooklyn, arruolando come co-producer Aaron Dessner (The National), conosciuto durante il tour.

Taylor Rice – voce, chitarra, basso;
Kelcey Ayer – voce, tastiera, chitarra, percussioni;
Ryan Hahn – voce, chitarra, tastiera, mandolino;
Matt Frazier – batteria;
Nik Ewing – basso.

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

Local Natives

facebook

Lascia un commento

880