Si avvicina la data di fine lavori, coordinati dalla Provincia di Udine, della nuova infrastruttura viabilistica che eliminerà il passaggio a livello ferroviario di Santa Caterina (Pasian di Prato).

Santa Caterina, sabato 28 maggio apertura parziale della nuova viabilità

Si avvicina la data di fine lavori, coordinati dalla Provincia di Udine, della nuova infrastruttura viabilistica che eliminerà il passaggio a livello ferroviario di Santa Caterina (Pasian di Prato). E la comunità locale vedrà i primi risultati di questo intervento a partire dalla giornata di sabato 28 maggio. Dal mattino, infatti, il flusso di traffico sulla direttrice Udine-Campoformido, quindi da nord a sud, verrà deviato nella nuova rotatoria in trincea. I veicoli non sosteranno alla sbarra in concomitanza con il passaggio del treno, ma si immetteranno sulla rampa di discesa, poi percorreranno parte della rotonda per poi risalire sulla rampa che congiunge la nuova viabilità alla statale 13. Già da sabato, quindi, verrà meno la fila di attesa di auto che si fermavano (non sempre a motore spento) per il passaggio dei convogli ferroviari.  Circolazione più fluida tra pochi giorni con azzeramento delle soste e relativi benefici per la comunità locale. Oggi – mercoledì 25 maggio – nella riunione congiunta tra Rfi, Provincia di Udine e ditta affidataria, la definizione degli ultimi dettagli per l’apertura parziale di sabato e la prosecuzione delle ultime fasi del cantiere. La deviazione sarà opportunamente indicata dalla segnaletica verticale e orizzontale specifica per canalizzare il flusso del traffico che sarà suddiviso: una parte rimane sulla SS 13 (direzione Campoformido-Udine, sud-nord), l’altra, come detto, utilizzerà la nuova viabilità.  Questa deviazione permetterà di ultimare le opere in prossimità del passaggio a livello e in particolare consentirà di proseguire nella realizzazione del muro di separazione della nuova viabilità stradale dal passaggio a livello. Permetterà, inoltre, di continuare a lavorare anche nella parte sud della nuova struttura viabilistica e completare l’intervento dell’innesto tra la rampa di risalita del sottopasso e la SS 13.
La data fatidica per l’apertura su entrambi i sensi di marcia è il 19 giugno. Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 giugno, infatti, secondo quanto previsto da Rete ferroviaria italiana (Rfi) sarà rimossa la sbarra del passaggio a livello il cui basamento ricade sulla nuova parallela al tracciato ferroviario che conduce alla rotonda. Il transito per alcuni giorni sarà regolato con un senso unico alternato semaforizzato per consentire alla ditta di concludere le lavorazioni sulla corsia lato ferrovia non possibili prima della rimozione della sbarra. Conclusi anche questi interventi, la nuova infrastruttura viabilistica entrerà in pieno esercizio.

Comunicato del 24 maggio 2016

 

Powered by WPeMatico

741