* * IDEE PER I TUOI REGALI DI NATALE * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *


Sono passati solo sette anni dal singolo Vorrei cantare come Biagio che lo rese famoso in tutta Italia, eppure la carriera di Simone Cristicchi si è già evoluta in maniera molto eclettica a testimonianza della profondità di pensiero e del talento multiforme dell’artista romano. Cristicchi sarà ospite del Circuito ERT in esclusiva regionale con Mio nonno è morto in guerra, spettacolo a metà tra reading e concerto. Due gli appuntamenti, il primo, domenica 2 dicembre alle 20.45 all’Auditorium Centro Civico di San Vito al Tagliamento, il secondo lunedì 3 dicembre all’interno del cartellone contrAZIONI del Teatro Comunale di Monfalcone. Entrambi gli appuntamenti sono programmati alle ore 20.45.

Reduce dal successo del debutto da attore con il monologo Li romani in Russia, Simone Cristicchi, già vincitore di Sanremo nel 2007 con Ti regalerò una rosa, presenta questo nuovo spettacolo sulla memoria della seconda guerra mondiale, raccontata dalle “voci” di chi l’ha vissuta sulla propria pelle.
Sul palco solo un pianoforte, un leggio: quanto basta per raccontare le storie di 14 piccoli eroi quotidiani che hanno attraversato o sono stati attraversati da un terremoto della Storia: la seconda guerra mondiale.
Storie di bombardamenti nelle borgate, di fame, storie di madri coraggiose, di prigionieri in Africa, di soldati nella ritirata di Russia, di lotta partigiana e di fascisti. Campi di concentramento ed esuli fuggiti dall’Istria.
Alternando registri vocali e stilistici, Cristicchi dà vita ad ogni singolo personaggio, ad un album di ricordi che ancora gridano rabbia per un dolore gratuito e inutile e, per contraltare, bisogno di leggerezza per sopravvivere. Voci che colmano il silenzio di uomini e donne inghiottiti dal vortice della Storia, ma anche il silenzio di chi ha preferito tacere, per convenienza o per dimenticare un dolore inenarrabile.
A questo album di aneddoti e ricordi, si affiancano brani scelti dal repertorio della canzone popolare e d’autore: De Gregori, Fossati, Vian, canti alpini reinterpretati per voce e pianoforte.

Maggiori informazioni e prenotazioni chiamando il Punto IAT di San Vito al Tagliamento (0434/80251) e il Teatro Comunale di Monfalcone (0481/494664). Informazioni sullo spettacolo anche al sito www.ertfvg.it .

868