Bearzi

Simone Faggioli vince la 44^ Verzegnis – Sella Chianzutan.

Simone Faggioli, alla guida di un’Osella Fa 30, è il vincitore della 44^ Verzegnis – Sella Chianzutan. Il
pilota toscano, che ha dominato entrambe le manches di gara totalizzando un tempo di (4:56.06), ha preceduto di 10.41 secondi Cristian Merli (5:06.47) su Osella PA2000 e di 22.04 secondi Michele Fattorini (5:19.20) su Lola B02/50 Zytek.

Naturale felicità nelle parole del vincitore della classifica assoluta:”Una grande soddisfazione vincere qui a Verzegnis – esordisce Faggioli – una gara avvincente e ben organizzata. Ringrazio il mio team, che mi ha messo a disposizione un’auto veramente competitiva e saluto con affetto tutto il pubblico friulano, sempre numeroso ed entusiasta. Dedico questa vittoria a Luigi Bormolini, una persona meravigliosa ed un grande pilota”.

Si fermano ad un passo dal podio Vaclav Janik (5:25.17) su Lola B02/50, secondo classificato nel
2012, Hermann Waldy (5:30.30) su Lola B06/51 e Omar Magliona (5:30.65) su Osella Pa 21/s.

Dopo due giornate all’insegna del maltempo una bella domenica di sole, intervallata da qualche nuvolone passeggero, ha garantito al folto pubblico accorso ad assistere alla più antica cronoscalata friulana un grande spettacolo.

Sui 5640 metri del percorso di gara le emozioni e l’alta velocità non sono mancati, e non si è registrato alcun incidente di rilievo, a testimoniare ancora una volta l’ottima organizzazione da parte della ASD Scuderia Friuli ACU, presieduta da Giorgio Croce, ed il duro lavoro di tutti quei volontari che ogni anno prestano il loro tempo per questo importante evento sportivo.

Detto delle moderne, è doveroso scrivere dell’ avvincente competizione tra le auto storiche, che alla fine ha incoronato vincitore assoluto Uberto Bonucci (6:03.24), sulla sua potente Osella Pa 9/90. Bonucci ha conquistato il trofeo “Luigi Bormolini”, istituito dalla Scuderia Friuli e destinato al pilota vincitore tra le auto storiche. Alle spalle del forte driver senesesi classifica Mario Faggioli (6:10.08) su Osella Pa 9, terzo Franco Crmonesi (6:29.35), anche lui al volante di una Osella Pa 9/90.

Le prestazioni di Bonucci e Faggioli assumono ancora maggior rilievo perchè entrambi non hanno preso parte alle prove del sabato, presentandosi direttamente alla partenza della gara e conquistando poi i primi due posti sul podio. Quarto, ed autore di un buon risultato cronometrico, il cividalese Rino Muradore su Ford Escort (6:46.12).

Ottime prestazioni anche tra le vetture di classe E3, le auto di scaduta omologazione, tra le quali ha primeggiato Andrea Lombardi su Bmw M3 (6:37.66), secondo Paolo Deotto (6:58.46) su Ford Sierra RS Cosworth e terzo Adriano Pilotto (7:06.05), su Renault Clio Williams.

facebook

Lascia un commento

727