Situazione Meteo 6 novembre ore 18

precipitazioni
Il marcato fronte Atlantico che ha interessato la regione tra domenica sera e lunedì mattina si sta indebolendo, ma tra la serata di oggi e domattina sull’Italia peninsulare si approfondirà una depressione, che richiamerà in quota aria umida da sud-est e forti correnti di Bora sull’alto Adriatico.
EVOLUZIONE
Per la sera e la notte tra lunedì e martedì si prevedono precipitazioni in genere deboli o moderate. Neve fino a fondovalle sulle Alpi Giulie e oltre i 1300-1500 m circa sul resto della zona montana. I venti da nord-est tenderanno ad intensificarsi, in particolare sulla costa e sulle zone orientali, la Bora nella notte e domattina sarà forte, con raffiche fino a 120 km orari a Trieste.
EFFETTI AL SUOLO
Nella mattinata e nel primo pomeriggio vi sono state segnalazioni di allagamenti localizzati in alcune località della regione sia nella Provincia di Udine (Udine, Cervignano) che in quella di Pordenone (Sacile). Le previsioni di marea per la serata portano ad escludere il rischio di acqua alta; per quanto attiene ai fiumi oltre alla chiusura dei guadi sul Cellina Meduna si registra una situazione di attenzione in comune di Pasiano di
Pordenone dove il Fiume Fiume ha superato il livello di preallarme ed è costantemente monitorato. Sul fiume Livenza è stato attivato il servizio di piena, il livello del fiume è ora in calo, la piena del Livenza ha altresì causato un innalzamento del livello di Meduna e Noncello che però non presentano criticità particolari. Sul torrente Cormor si è registrata una piena che ha raggiunto il livello di attenzione a Basaldella con un picco
massimo di 2.06 m alle ore 12:00, attualmente i livelli sono in calo su tutta l’asta. L’invaso di Ravedis ha laminato la piena del Cellina, ora il livello di tutti i principali invasi è in lieve diminuzione e solo la diga di Ravedis scarica ancora circa 35 mc/s.

 

2.349