Bearzi

Situazione traffico sulle autostrade durante vacanze natalizie

traffico

Tutto pronto per l’esodo invernale in Autovie Venete, un flusso di traffico molto più intenso del solito, atteso per i prossimi giorni in prossimità delle vacanze natalizie. Nulla di paragonabile ai più famosi esodi estivi, ma non per questo da sottovalutare, visto che lo scorso anno la coda alla barriera di Trieste Lisert ha raggiunto gli undici chilometri. Un fenomeno atteso, che quest’anno si presenterà con un incremento del traffico previsto già per domani (venerdì 19 dicembre) mattina sulla A4 in direzione Trieste e che proseguirà durante tutta la giornata con i picchi presumibilmente concentrati nella fascia oraria compresa fra la mezzanotte di venerdì 19 e le sei del mattino di sabato 20 dicembre. Non sono tutti vacanzieri quelli che si spostano, anzi. Si tratta, per la maggior parte di lavoratori che rientrano nei Paesi di residenza (Centro ed Est Europa) e per raggiungerli scelgono il “corridoio” della A4 Venezia-Trieste. A differenza dello scorso anno, questa fine di 2014 ha due elementi diversi: divieti di transito meno rigorosi per i mezzi pesanti (non potranno circolare solo domenica 21 dicembre dalle 8,00 alle 22,00) e questo potrebbe evitare l’effetto accumulo nelle aree di servizio con conseguente immissione contemporanea sull’asse autostradale e la possibilità di attivazione del by pass utilizzando la nuova autostrada A34 Villesse-Gorizia. Concretamente il by-pass, che può essere “virtuale” o “fisico”, significa: nel primo caso re-indirizzamento del traffico effettuato utilizzando la pubblicazione sui pannelli a messaggio variabile del consiglio a usare un itinerario diverso, sempre autostradale; deviazione del flusso dei veicoli con apposita segnaletica e utilizzo dei mezzi in dotazione agli ausiliari al traffico nel secondo caso, quello “fisico”. Il tutto in base ad appositi protocolli di sicurezza sottoscritti con le Prefetture che ne prevedono l’attivazione in situazioni di particolare criticità (code che superano i 6 chilometri alla barriera o incidenti di rilievo) e in stretta collaborazione con la Polstrada.  Utilizzati più volte durante gli esodi estivi, si sono rivelati un ottimo strumento per alleggerire l’asse autostradale e accorciare le code. Già attivata anche la collaborazione con le centrali operative delle concessionarie di Austria (Asfinag) e Slovenia (Dars) per quanto riguarda lo scambio delle informazioni e la gestione comune di eventuali criticità.

 

facebook
644