Smog: a Udine PM10 sopra i limiti ma arriva il vento

inquinamento2_cAnche a Udine lo smog aveva abbondantemente sorpassato i limiti sopra i quali di solito il centro cittadino veniva chiuso al traffico. La stazione di rilevamento di Piazzale Osoppo aveva infatti individuato la presenza di 86Mg per metro cubo di PM10, le cosiddette polveri sottili. Quest’anno però l’amministrazione Honsell, di solito sempre solerte nel chiudere il centro, anche in prosismità di festività importanti, ha cambiato strategia. In attesa di un piano regionale che dovrebbe recepire la normativa europea l’amministrazione ha scelto di lasciare invariato il traffico cittadino mentre negli altri capoluoghi regionali le amministrazioni comunali disponevano nuove forme di circolazione come le targhe alterne. Oggi mercoledì 9 febbraio però lo spmog dovrebbe essere spazzato via da dei venti provenienti da nordest e sufficienti a ripulire l’aria della città. M avuoi vedere che il problema si riproporrà alla prossima settimana di beltempo?Per il vicepresidente regionale, Luca Ciriani, ”il Comune di Udine gioca con la salute dei cittadini e con affermazioni strumentali continua a non assumersi le proprie responsabilita’, mancando di attivare il blocco del traffico nei casi di sforamento dei limiti di inquinamento”. Lo afferma oggi (8 feb ndr), in una nota, commentando alcune dichiarazioni dell’assessore del Comune di Udine Lorenzo Croattini, che ha imputato alla Regione ritardi nell’applicazione delle norme relative alla qualita’ dell’aria. ”Il Comune di Udine – prosegue Ciriani – ha ricevuto una puntuale risposta alle sue richieste di chiarimento lo scorso 2 febbraio, e la risposta e’ coerente con l’interpretazione data da tutti i Comuni eccetto Udine, ovvero attivare le norme prescritte dal Piano d’Azione Comunale. Rimane da capire la motivazione per la quale ogni volta l’amministrazione di Udine punti a polemizzare; meglio sarebbe – conclude – attivare il piano d’azione, a tutela dei cittadini

”Ringrazio l’assessore Ciriani per la risposta, pervenuta al protocollo del Comune di Udine solo oggi 8 febbraio. Certamente se fosse stata anticipata via fax come richiesto non avrebbe dato origine a polemiche sui ritardi della Regione”. L’assessore alla Qualita’ della citta’ del Comune di Udine, Lorenzo Croattini, risponde cosi’ alle dichiarazioni di oggi del vicepresidente e assessore regionale Luca Ciriani sull’applicazione del blocco del traffico. ”Prendiamo atto – commenta Croattini – che la Regione consideri i suoi provvedimenti ‘nelle more della conclusione dell’iter di approvazione del piano di azione regionale’ tuttora validi e che non ritenga necessario, come altre Regioni hanno fatto, promuovere dei protocolli d’intesa con gli enti locali per aggiornare e migliorare l’efficacia dei piani stessi”. In relazione all’attuale stato della qualita’ dell’aria l’amministrazione comunale comunica che in base alle previsioni meteorologiche, che annunciano l’arrivo, a partire da questa notte, di venti da nord-est giudicati dall’Osmer sufficienti a determinare un rimescolamento dell’atmosfera fino ad ora stagnante e a riportare i livelli delle polveri sottili entro i livelli di guardia, nella giornata di domani non saranno assunti provvedimenti di chiusura del centro citta’

facebook
466