Telegram

Snaidero 74 – Latina 57

snaidero_

La Snaidero , assetata di vittoria da tre turni, spazza via subito la matricola Latina nella sfida tra pari quota della 9ª d’andata di Legadue al Carnera: 74-57 alla fine dopo il 27-11 al 10’, il 38-20 al riposo e il 53-34 al terzo intermedio. La gara non ha storia. Brown erede di Mathis, Bennett, Ferrari, Dordei e Brkic, inedito quintetto d’emergenza arancione, scattano dai blocchi accendendo la scintilla invocata in settimana da coach Cavina. Ferrari spegne il top scorer del campionato Rivers: 14 punti contro i 26 di media. Dordei, preso da sacro fuoco, è già in doppia (10) al 10’ e accende Brkic, in doppia doppia alla fine: 15 e 12 rimbalzi. Il gioco è fatto, top di +24 (46-22) al 22’, e gli ospiti ne hanno abbastanza.
La Snaidero, recuperati Harrison e Zacchetti, parte con Brown, Bennett, Ferrari, Dordei e Brkic. Latina, con il debuttante Cantarello, risponde con Eldridge, Rivers, Cutolo, Dalipagic e Missere.
Tanto per cominciare con sufficienza, Udine piazza un 14-2 che al 4’ segna già la gara. Ferrari annulla il capocannoniere della Legadue, Rivers, che mette il primo canestro sul 17-7. Dordei, già in doppia cifra con 10 punti, trascina la Snaidero sul 20-7 al 6’. Brkic lo segue a ruota con 9 e intimidisce Missere e Dalipagic con una stoppata a testa. Brown è la terza bocca da fuoco arancione con 6 punti e un’attenta regia per il 27-11 al 10’, a cui si arriva vedendo in campo anche i redivivi Zacchetti e Harrison più Contento.
Nel secondo quarto, con due timidi parziali di 0-4, Latina pare riaversi, ma arriva al massimo sul 29-15 al 12’ e sul 31-19 al 15’. Questo secondo mini-break è favorito dall’ex arancione Cantarello, che prima prende sfondo da Brown e poi manda a canestro Cutolo. Sono due fuochi di paglia, però, perché Udine, tornando al quintetto base, chiude al riposo sul 38-20, massimo vantaggio fin lì: il parziale è un 11-9. Udine va a bersi il the superiore in tutto, tranne nei liberi (67% a 83%) con Latina ferma al 23% nel tiro dal campo e un -1 di valutazione di squadra nel primo quarto.
Nella ripresa, non c’è molta storia da aggiungere al match. Se non che Udine si aggiudica anche il terzo quarto per 15-14, in cui arriva al massimo vantaggio di +24 sul 46-22 al 22’, e perde solo l’ultimo per 21-23, sempre con Dordei uomo dell’ultimo canestro sulla sirena. La Snaidero soffre un po’ la disperata pressione a tutto campo degli ospiti, su cui al 36’ si scaviglia Brown che va a sedere in panchina.
Subito dopo Harrison regala un altro attimo di suspense ricadendo male dopo un clamoroso sfondo in attacco. Niente, paura, comunque e Udine sempre in controllo della gara, anche se con qualche affanno nella ripresa legato più che altro allo stato d’emergenza in rosa. La Snaidero chiude davvero superiore in tutto, anche nei liberi (86% a 76%), e Latina si consola al massimo con la prova del generoso play Eldridge.

SNAIDERO UDINE Contento, Harrison 12, Zacchetti 4, Brkic 15, Truccolo, Bennett 11, Dordei 14, Pascolo, Ferrari 6, Brown 12, Maganza. Coach Cavina.
AB LATINA Eldridge 19, Livera, Coronini 2, Rivers 14, Cantarello, Dalipagic 8, Cantagalli, Cutolo 6, D’Anolfo, Missere 8. Coach Ciaboco.
ARBITRI Caroti, Perretti e Materdomini.
NOTE Quarti: 27-11, 38-20, 53-34. Tiri liberi: Snaidero 12/14, Latina 13/17. Spettatori: 1.600.

Fonte: LegaDueBasket

facebook

Lascia un commento

462