Bearzi

snaidero_urlo

La Snaidero che esce sconfitta tra gli applausi del Carnera non si ricordava da anni. Lo merita, perché ha gettato il cuore oltre l’ostacolo pur se non è bastato per battere la matricola Miro Radici Vigevano passata 67-71 (9-18, 27-36, 44-51) nella 4ª d’andata di Legadue. Senza l’asse play – pivot Mathis – Brkic e con mano calda Bennett menomato, Udine stenta a trovare il bandolo all’inizio e finisce doppiata il primo round: 9-18. Poi, non ne perde più uno facendo appello a generosità e tatticismi quando si riduce a una banda bassotti per i 5 falli di Zacchetti e Dordei. Sul più bello è tradita dall’uomo più esperto: Harrison a -3’’34 dalla fine sul 67-69, invece, di piazzare la zampata perde palla e addio vittoria.
La Snaidero, senza capitan Mathis e Brkic infortunati alle ginocchia contro Venezia, parte con Contento al debutto in quintetto, Bennett con tutore al dito medio della mano destra, Harrison, Dordei e Zacchetti capitano in campo. La Miro Radici, al completo, risponde con Bertolazzi, Boyette, Williams, Ghersetti e Pearson.
Pronti, via e Vigevano piazza uno 0-5 con tripla frontale di Bertolazzi e Ghersetti da sotto. La Snaidero si aggrappa a Zacchetti che con 6 punti in fila, di pregevole fattura, la riporta sul 6-7 al 4’. Boyette gli replica con 9 suoi per l’8-18 al 9’, prima del 9-18 al 10’ con libero di Bennett. L’altro canestro arancione del quarto è di Truccolo, subentrato a Cointento. Boyette è una spina nel fianco sia contro la difesa a uomo sia contro la zona 2-3, marchio di fabbrica.
Nel secondo quarto Udine, doppiata nel primo, si riporta sul -5 (15-20) con Ferrari al 14’. Lì, però, s’inceppa fino al massimo svantaggio sul 17-36 al 19’ subendo un 2-16 – innescato da due triple di Boyette e Banti – frutto delle difficoltà in attacco, anche quando Bennett menomato cerca di fare gioco lui. Alla malaparata si aggiungono i 3 falli a testa di Zacchetti, Dordei e Ferrari. La Snaidero allunga la difesa e chiude il quarto con un 6-0, in cui mette per la prima volta lo zampino Harrison impostando, per il 27-36 che la rimette in corsa al 20’.
Nella ripresa, due triple di Bertolazzi e Boyette e un canestro di Ganeto rimettono la partita in salita per Udine: 31-44 al 24’. La Snaidero si aggrappa a Bennett che, con 9 punti nel quarto (il primo arancione per 17-15), la riporta sul 44-51 al 30’ con una tripla. La brutta nuova è che Zacchetti nell’azione prima è già fuori per 5 falli.
Nell’ultimo quarto, nonostante perda anche Dordei per falli al 34’, Udine tenta il tutto per tutto fino all’ultimo. Coach Garelli, contro un quintetto di bassotti, forse l’aiuta dimenticando Pearson in panchina dopo due erroracci iniziali nel periodo. Allungando la difesa a tutto campo, la Snaidero pareggia sul 67-67 a -35’’90 con Harrison alla fine preciso dalla lunetta. Lo stesso CC, però, dopo un 2+0 di Ghersetti autore nel quarto anche di una tripla mortifera dall’angolo, perde la palla decisiva sul 67-69 a -3’’34 dalla fine e zavorra la generosa prova di tutta la squadra arancione negandole l’impresa.

Fonte: http://www.legaduebasket.it – Valerio Morelli

SNAIDERO-MIRO RADICI 67-71
SNAIDERO UDINE Contento 4, Harrison 12, Zacchetti 8, Truccolo 9, Bennett 23, Dordei 7, Pascolo ne, Ferrari 4, Molinaro ne, Maganza ne. Coach Cavina.
MIRO RADICI VIGEVANO Williams 4, Boyette 24, Bertolazzi 7, Cavallaro ne, Ferrari 3, Ganeto 10, Pearson 11, Ghersetti 9, Banti 3, Squarcina. Coach Garelli.
ARBITRI Castelluccio, Perretti e Di Gianbattista.
NOTE Quarti: 9-18, 27-36, 44-51. Usciti per 5 falli: Zacchetti e Dordei.

facebook

Lascia un commento

504