PopSockets

Snaidero Udine – Benetton Treviso 70-84

snaidero_benetto.jpgUdine cede, come da copione, di fronte ad una squadra più forte, più profonda e più motivata. La Snaidero, però, alternando difesa a uomo, zona 1-3-1, 2-3 nel primo tempo riesce a sorprendere una Benetton un po’ assopita e incapace di mettere a segno i tiri dall’arco che la zonaconcede (dopo 20′ la percentuale da tre dei verdi è 12 con 2 soli canestri su 16 tentativi). Nella bella prova di squadra arancione – facciamo sempre riferimento al primo tempo – spiccano le prove di Ortner, che vince nettamente il duello con CJ Wallace, e Antonutti, capace di farsi sentire da fuori, in penetrazione e anche a rimbalzo. Allen conduce le danze, Forte non incide ma non dispiace. Nel secondo tempo la Snaidero prova la fuga (i primi 20′ erano finiti 35-32 per gli arancione) anche grazie ad un tecnico che l’arbitro Cicoria rifila a Wallace e raggiunge in un paio di circostanze le 8 lunghezze di vantaggio. Ma le rotazioni limitate e la stanchezza dei titolari, permettono a Treviso di avere la meglio nella propria metà campo (rimbalzi, palle rubate, tiri sporcati) e di trovare ritmo in attacco, soprattutto con Nicevic (continuo nell’arco dei 40′) e Neal (autore di 19 punti nella ripresa per un totale di 26).

Il quarto quarto è poco più di un match amichevole nel quale si vedono in campo tutti i giovani snaiderini.

Niente pagelle oggi, come non ne faremo nelle prossime due partite. Segnaliamo solamente gli 11, dignitosissimi, minuti in campo di Marco Maganza, l’ottima personalità mostrata da Marco Contento nei 4′ di utilizzo e le già citate prove di Ortner – MVP – e Antonutti.

Post Partita

A fine partita il Presidente Edi Snaidero se n’è andato senza far commenti. Per quel che conta, lo si è visto dialogare con il sindaco Furio Honsell nell’intervallo.

Oktay Mahmuti: Abbiamo fatto una partita decente. Nel primo tempo abbiamo presto tiri giusti da tre che però non abbiamo segnato mentre nel secondo tempo siamo riusciti ad essere più aggressivi, recuperando qualche pallone e controllando il ritmo della partita. Ero preoccupato all’inizio perchè durante la settimana non abbiamo mai fatto un allenamento a ranghi completi e poi è sempre difficile quando tutti si aspettano una tua vittoria.

Mario Blasone: Non abbiamo fatto brutta figura e abbiamo fatto giocare qualche ragazzino. Mi sembra già qualcosa. Fintanto che abbiamo tenuto fisicamente la nostra zona ha funzionato, poi siamo calati e la partita se n’è andata. Ringrazio il pubblico per esserci stato vicino.

a cura di Fulvio Floreani

facebook

Lascia un commento

609