PopSockets

Snaidero Udine – Prima Veroli 76-82. FOTO

snaidero veroli-5
La Snaidero perde l’imbattibilità casalinga e, per la prima volta in questo campionato, perde due partite di seguito. Veroli arrivava al Carnera in gran forma e ha dimostrato di essere più solida e profonda della Snaidero. Oggi si è avuta la riprova che Jason Williams è un giocatore insostituibile per Udine. La società attenderà il suo recupero ma la Snaidero dovrà abituarsi a soffrire, a cominciare dai due prossimi match: a Pistoia e a San Severo.
Deludente l’apporto della panchina.



Cronaca
Il primo quarto inizia con le difese che dominano sugli attacchi. Garelli manda in quintetto Truccolo e dà ad Harrison l’incarico di cancellare Jackson. L’inizio è di marca ciociara con Brkic autore dei primi 4 punti della partita. La Snaidero vuole andare da Lee sotto canestro e il finnico risponde bene. Cavina ruota i suoi uomini. Il primo parziale termina 18-14 in favore degli ospiti.
Nel secondo quarto è sempre Veroli a mantenere un vantaggio di qualche punto anche a causa dei molti errori ai tiri liberi dei padroni di casa. In questa frazione il duello è tra i due play con Penn caldo dalla linea dei 6,75 e Mathis bravo a trovare soluzioni da sotto canestro. Nel finale di frazione ancora Penn con 4 punti e Gatto con una tripla sulla sirena danno a Veroli il massimo vantaggio della partita sul 45-37.
Ancora Gatto dai 6.75 apre il secondo tempo. Veroli esce meglio dallo spogliatoio e in un amen si trova avanti di 15 punti grazie soprattutto al suo capitano (Gatto), capace di trovare soluzioni dalla media e dalla lunga distanza. La Snaidero sembra sul punto di capitolare, ma spinta da Mathis, Harrison e Lee riesce a riportarsi fino al -5. Il 4° fallo di Dordei, però, restituisce inerzia agli ospiti che con un’altra folata fuggono sul 67-53.
Nell’ultima frazione Garelli prova ancora ad appoggiare il gioco su Lee. Il finnico risponde (10 punti negli ultimi 10 minuti per lui) ma i ciociari riescono sempre a trovare le giuste contrarie e hanno soluzioni interne da Kavaliauskas ed esterne da Brkic. A 4′ dalla fine, la Snaidero è sotto di 14 ma non perdere la testa e nel finale riesce, grazie Mathis, Dordei e Lee, ad avvicinarsi fino al -6: 82-76.



Pagelle
Mathis – 7: Grande partita offensiva del capitano: 20 pt ma anche 10 rimbalzi e 5 assist. Penn è scatenato all’inizio, ma nella ripresa Scoonie non segna nemmeno un punto.
Harrison – 6,5: Doppia doppia per CC e un lavoro oscuro per cancellare Jackson dal campo.
Truccolo – 6: 24′ in campo per Ricky che se la cava dignitosamente in difesa (3 recuperi) ma al tiro è freddo.
Dordei – 5,5: Gigi non gioca male, ma il suo 4° fallo è decisivo per le sorti del match.
Lee – 6,5: Contro Brkic e Kavaliauskas non era facile ma, salvo un passaggio a vuoto ad inizio del 3° quarto, Lee fa in pieno la sua parte.
Rinaldi – 6: 1 solo punto in 20 minuti è davvero poco, ma Tommy si immolato alla causa in difesa, marcando sempre giocatori più mobili di lui.
Prandin – 5: Bobo ci prova, ma dal campo non ci prende e difensivamente non tiene nessuno (nemmeno Binetti).




Fulvio Floreani

facebook

Lascia un commento

796