Soccorsi 5 giovani in comune di Claut. Non trovavano il sentiero per rientrare

Un intervento lampo al limitare del buio in comune di Claut ha impegnato otto soccorritori della stazione Valcellina del Soccorso Alpino tra le 17.30 e le 18.30.Si è trattato del recupero di un gruppo di giovani i quali erano in rientro da una escursione iniziata questa mattina alle 9 nella zona della Casera Zuncol (anche detta localmente Thuncol). I giovani, tra i venti e i trent’anni circa di età, della provincia di Udine, avevano programmato una escursione ad anello e speravano di rientrare a valle dalla casera seguendo una traccia di sentiero “nera” che però non sono riusciti a individuare. Per queso motivo tre di loro hanno deciso di chiamare il Nue112 chiedendo di essere soccorsi nei pressi della casera stessa, essendo ormai molto tardi e considerato il terreno molto impervio che avrebbero dovuto affrontare rientrando per un itinerario alternativo, mentre due, un ragazzo e una ragazza hanno iniziato a intraprendere proprio quell’itinerario, senza chiedere l’intervento. I soccorritori della stazione Valcellina sono stati caricati a bordo dell’elicottero della Protezione Civile e sono stati portati in quota nei pressi della casera, dove hanno trovato subito i tre giovani e li hanno imbarcati conducendoli a valle. Da loro hanno appreso della presenza degli altri due amici, i quali, come detto, intendevano rientrare in autonomia. Con una seconda rotazione i soccorritori hanno perlustrato i dintorni e sono riusciti a sbarcare il personale per raggiungere gli ultimi due giovani e a convincerli a rientrare con l’elicottero considerato l’arrivo del buio imminente, il terreno difficile e la mancanza di una torcia frontale da parte loro.Al campo base presenti anche i Vigili del Fuoco.

578