Spettacolo con il sostegno della Provincia di Udine.

Sfueâi, al Mittelfest inedito omaggio in musica a poeti del Friuli contemporaneo.
Spettacolo con il sostegno della Provincia di Udine.

Un omaggio in musica a poeti del Friuli contemporaneo. Ecco cosa proporrà lo spettacolo “Sfueâi” in programma per giovedì 21 luglio (chiesa di San Francesco) nell’ambito della 25ma edizione del Mittelfest, prossima all’avvio. Il progetto inedito di Elsa Martin e Stefano Battaglia è sostenuto dalla Provincia di Udine. Nei giorni scorsi a palazzo Belgrado la firma della convenzione da parte del presidente, Pietro Fontanini e dal presidente del Mittelfest, Federico Rossi.
Un supporto, quello di palazzo Belgrado, correlato alla valorizzazione e promozione della cultura, della lingua friulana e degli artisti locali. Protagonisti dello spettacolo saranno, infatti, testi in marilenghe di Pier Paolo Pasolini, Novella Cantarutti, Pierluigi Cappello, Amedeo Giacomini, Federico Tavan, che attraverso le loro opere hanno recuperato e reinventato la lingua friulana, nelle diverse varianti dei luoghi di provenienza. Poesia friulana che qui diviene musa e in cui emerge naturale la vita e i suoi valori più profondi e reali, la natura, l’amore per la bellezza e le persone, spesso attraverso una semplicità e un senso della verità disarmanti. Il tutto ancor più vero grazie all’utilizzo della lingua friulana che è recupero e ricerca, possibile ponte tra origine e futuro, lingua di terra e di metafore, di radici e simbolismi, che comprende al contempo la purezza rustica del mondo contadino e le diversità della sperimentazione letteraria,  le parole arcane discese dai padri, misteriose eppure così chiare, ma anche una sorta di laboratorio linguistico che porta le tradizioni trecentesche in una dimensione del tutto emotiva, oltre, al di là del significato stretto della parola stessa.  Ciò permette un processo espressivo più autentico, distante dalla lingua ufficiale perché mantiene un’innocenza intraducibile sia per mancanza di un corrispettivo italiano che per il valore onomatopeico del suono originario, immediato e “regressivo”.  Ideale perciò per essere messo in musica, restituito ad un definitivo splendore metalinguistico.

Powered by WPeMatico

355