SPORT: BOLZONELLO, NECESSARIO INSISTERE SUI VIVAI GIOVANILI

Spilimbergo (Pn), 23 gen – “Per lo sport della comunità
regionale siamo convintissimi che si debba portare avanti un
grande sforzo sui vivai, perché questi possono aprire nuovi
orizzonti ai nostri ragazzi”. E’ la riflessione del
vicepresidente del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello alle
odierne premiazioni Coni di Spilimbergo, dove è intervenuto
insieme alla presidente Debora Serracchiani.

Bolzonello ha riconosciuto “il lavoro che proprio sui vivai
stanno facendo il Coni regionale e le federazioni”, sottolineando
che i risultati positivi non riguarderanno solo le eccellenze.
“Pochi arrivano alle Olimpiadi e alla serie A – ha detto
Bolzonello -, ma la maggioranza dei ragazzi che attraversano il
percorso dei vivai assistiti da dirigenti e tecnici preparati
avranno un ‘quid’ in più per affrontare la vita”.

Il presidente del Coni regionale Giorgio Brandolin ha ricordato
che quella di oggi è una delle cinque premiazioni Coni
dell’attività sportiva 2014-2015 che si tengono in Regione (la
prima ha avuto luogo a Gradisca d’Isonzo) e che i riconoscimenti
attributi ad atleti, tecnici e dirigenti sono frutto del lavoro
di una commissione nazionale del Coni stesso. Insieme a
Brandolin, la manifestazione, che riguardava oggi il territorio
della Destra Tagliamento, ha visto la presenza del presidente del
Coni Point di Pordenone Gian Carlo Caliman e di autorità tra cui
il sindaco di Spilimbergo Renzo Francesconi e l’assessore
provinciale Elisa Coassin.

Le “stelle di bronzo al merito sportivo” sono andate ai tecnici
Fernanda Tomasella Zatti (ginnastica) e Silvio Cuman (tiro a
segno), mentre la “palma d’argento al merito tecnico” è stata
assegnata a Gianfranco Chessa (atletica leggera). Se la “palma di
bronzo al merito tecnico” è toccata Vittorio Re (calcio), Enzo
Calà (arti marziali) ha ricevuto la “medaglia d’argento al valore
tecnico”. “Bronzo al valore atletico” per Dario Buset, Oliva
Cazziti e Denis Zambon (bocce), Denis Maccan (calcio), Costantino
Ughi (bob), Piergiacomo Marcolina (ciclismo) e Alessia Trost,
campionessa italiana di salto in alto e olimpionica. Altri
riconoscimenti sono toccati all’atleta Damiano Borean (rugby), al
tecnico Luigi Gubiani (pallacanestro), ai dirigenti Cristina
Babbuin (pattinaggio), Luciano Cedolin e Giuseppe Falcone
(calcio) e Francesco Piccinin (ciclismo).

Particolare emozione ha destato la consegna di un premio speciale
a Marco Nosella, giovane portiere del Corva che con grande
prontezza di spirito ha salvato la vita al portiere della squadra
avversaria dell’Union Rorai, vittima di un incidente di gioco.
L’atleta ha ricevuto il riconoscimento dalle mani della
presidente Debora Serracchiani.

A proposito di sicurezza, Brandolin ha evidenziato il forte
impegno del Coni regionale sulla dotazione dei defribrillatori
negli impianti del Friuli Venezia Giulia, che sarà completata
entro la scadenza del 20 luglio 2016 “non perché obbligo di legge
ma come passo culturale” sulla via della prevenzione e della
sicurezza.
ARC/PPH/EP

Powered by WPeMatico

436