Bearzi

Tavagnacco gran finale vs un Trento disperato

calcio.jpgAcquisita sul campo la qualificazione alla prossima Italy Women’s Cup, in programma a giugno in Piemonte, la Graphistudio guarda all’ultimo impegno di campionato con molta tranquillità. L’avversario di turno è quel Trento che all’andata era quasi riuscito a rimontare il doppio vantaggio friulano.
Provvidenziale fu la zampata in pieno recupero di Ilaria Mauro, domani assente a causa di un malanno di stagione, che chiuse il mini ciclo nero delle gialloblu e inaugurò il filotto di risultati che hanno portato questo gruppo al terzo posto. Il Trento, partito malissimo, si era risollevato nelle ultime giornate inanellando una serie di risultati utili che l’avevano portato in zona salvezza. Nelle ultime partite la squadra di Genta si è persa, incassando cocenti delusioni al cospetto di squadre sicuramente alla portata. Ora la situazione è disperata: potrebbe non bastare un successo con le friulane, perché a Parisi e compagne serve un passo falso del Chiasiellis, impegnato nella trasferta di Reggio Emilia. Tavagnacco contento si è detto, ma non per questo in vena di regali: la squadra di Bearzi non mancherà di profondere le residue energie per onorare fino in fondo questa storica stagione.

Bearzi: “Stagione da incorniciare. Questo è un gruppo davvero speciale”

TAVAGNACCO – Edoardo Bearzi è soddisfatto degli obiettivi raggiunti in questa sua prima stagione a Tavagnacco e nel calcio in rosa: “Questo gruppo ha fatto davvero grandi cose. E’ maturato con il passare del tempo e, personalmente, sono convinto che meriti un plauso da società e tifosi. Per quanto mi riguarda poi, la stima dello spogliatoio mi ripaga ampiamente”.

Domani arriva il Trento alla disperata ricerca di punti salvezza. Darà spazio a chi ha giocato meno?

“Sicuramente farò qualche modifica allo schieramento, con l’innesto dal primo minuto di Simeoni e forse di Tabacchi. Mancando Ilaria Mauro, Battistin farà coppia con Brumana in avanti. Poi vedremo…”

Come ha reagito il gruppo dopo il pari nel derby?

“Dopo la partita c’era poca voglia di festeggiare, ma il giorno seguente è affiorata tutta la soddisfazione per aver centrato un obiettivo storico com’è quello della partecipazione alla Italy Women’s Cup: è stato un girone di ritorno davvero esaltante, con qualche punto perso per strada ma anche tante prestazioni sopra le righe contro le migliori squadre del Paese. Abbiamo perso solo con il Bardolino, ma chi non ha perso con loro… A queste ragazze dico brave, per come sono cresciute e per come hanno creduto alla possibilità di arrivare così in alto. Domani è la loro giornata di festa ma assicuro massimo impegno perché il campionato va rispettato fino in fondo”.

facebook

Lascia un commento

409