Taxi Udine: 80% ha scioperato

taxi-1
23 Gennaio 2012 – E’ stata dell’80% l’adesione dei tassisti di Udine allo sciopero indetto a livello nazionale contro il decreto sulle liberalizzazioni del Governo Monti. La cooperativa “Radiotaxi”, che raggruppa tutti i 40 tassisti del capoluogo friulano, ha organizzato due presidi, uno davanti alla stazione ferroviaria e uno nella centrale piazza Libertà. “L’adesione è stata totale – ha detto il presidente della cooperativa, Fausto De Cesco – perché il restante 20% dei tassisti ha assicurato il servizio minimo garantito per disabili e chiamate di emergenza”. I taxi in corteo hanno attraversato il centro di Udine a ogni ora, per rendere visibili a tutta la cittadinanza le ragioni della protesta. Sulle autovetture sono stati posizionati cartelli con scritte come “Ma sono i taxi il problema dell’Italia?” o “No a provvedimenti inutili e bugie”. “Al governo – ha concluso De Cesco – chiediamo che venga fatta chiarezza sui tanti punti oscuri contenuti nel decreto: per esempio abbiamo molti dubbi sulle licenze part-time e sul funzionamento dell’Authority, che non è ancora stata costituita”.

facebook
778