Teatro Contatto Paradiso Perduto

paradisoperduto.jpgContinua la stagione per il “Teatro Contatto” con gli episodi “revolt” (ep.3) e “Second LIfe” (ep.4) La performance ad episodi di Rita Maffei e HC-Capitale Umano prodotta dal CSS. 25 spettatori a sera potranno vederli, in replica per nove sere dal 6 al 14 Novembre al Tatro S.Giorgio di Udine. Durata 60 Min

Due nuovi episodi vanno ad aggiungersi come due tessere chiave al puzzle di performance che compongono Paradiso Perduto, la nuova creazione ideata e interpretata per la stagione di Teatro Contatto 2007_2008 da Rita Maffei assieme a HC Capitale Umano, collettivo artistico che riunisce in questa impresa “a puntate” l’artista e pittrice Luigina Tusini, lo scrittore e poeta Panko, il musicista Mariano Bulligan, i sound designers Renato Rinaldi e Stefano Revelant, Erika Antonelli nell’assistenza alla regia. Il progetto è una sorta di site-specific prodotto dal CSS Teatro stabile di innovazione del FVG e concepito per attraversare e trasformare durante sei interventi performativi gli spazi del Teatro S. Giorgio, a Udine, coinvolgendo in più momenti, per circa due mesi, da ottobre all’inizio di dicembre, piccoli gruppi di spettatori che potranno ricostruire pezzo dopo pezzo il Paradiso Perduto che il titolo dello spettacolo invita a indentificare e a ricercare.
Ogni sera, per nove serate, dal 6 al 14 novembre, gli spettatori potranno prendere parte agli episodi numero 3 e 4, due episodi legati assieme da un’inquietudine molto simile, ma che vedremo provocare reazioni e avere effetti anche molto diversi fra loro. Lo spettacolo – della durata di un’ora (inizio ore 21) – si aprirà con l’episodio intitolato Revolt, un episodio che ci riporta all’attualità della cronaca politica internazionale e in particolare al fenomeno delle donne kamikaze. In un luogo non identificato e soprattutto non identificabile, una giovane donna si prepara al martirio a cui la spinge la sua fede politica e religiosa. E’ la sua ultima notte, in un bunker nascosto dove potrà pronunciare le sue ultime parole, esprimere la sua terribile volontà di morte, registrare le ultime invocazioni al dio che arma la sua rivolta. L’episodio è ispirato alle pagine del drammaturgo belga di origine ispanica Alain Cofino Gomez, un autore che ha saputo raccontare il corpo umano ma anche il corpo sociale, esplorando le sue rivolte e le sue convulsioni e descrivendo con terrore ma anche con humour i limiti della condizione umana contemporanea. A questa rivolta che si scatena con violenza verso l’esterno e verso il mondo, HC Capitale Umano contrappone nell’episodio successivo, il quarto, una violenza più autoreferenziale, l’autodistruzione delle dipendenze e dei disordini alimentari. Second life – titolo ispirato al celebre spazio virtuale esploso come il più nuovo fenomeno globale su Internet in questi mesi – è in realtà la storia di un uomo affetto da bulimia, un uomo che riversa le sue difficoltà nei rapporti interpersonali e di comunicazione con il resto del mondo contro il suo corpo, abbuffandosi, sovraccaricandosi di cibo in una solitudine non desiderata ma che sembra atrocemente insuperabile. Il testo dell’episodio è una scrittura originale di Panko, che lo ha scritto anche sulla base della suggestione dei romanzi di Amélie Nothomb.
Paradiso perduto proseguirà con gli episodi 5 e 6 intitolati La cagna e Paradiso perduto, dal 24 al 29 novembre, gli ultimi due prima del riepilogo finale della versione integrale che riproporrà tutti e sei gli episodi per tre sere, dal 30 novembre al 2 dicembre.
Info e prevendite c/o biglietteria ScenAperta: Udine, Teatro Palamostre – Piazzale Diacono, 21, dal martedì al sabato ore 16.30 – 19.30, tel. 0432 506925 – [email protected] Prevendita sul circuito Vivaticket by Charta. info online: www.cssudine.it

una produzione
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
prima assoluta

immagini, video e allestimenti Luigina Tusini
musiche Mariano Bulligan
suono Stefano Revelant
assistente al progetto Erika Antonelli

Lascia un commento

470