* * OFFERTE BLACK FRIDAY * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Teatro: domenica 14 novembre Maddalena Lizzi nei panni di Elisabetta I. ad Osoppo

C’è chi l’ha definita la “donna single al potere”. Una donna, o meglio una regina, che ha rappresentato uno dei personaggi più emblematici della storia inglese. Dopo aver applaudito Denny Mendez ne “Il Carro di Dioniso”, a calcare il palcoscenico di Osoppodomenica 14 novembre alle 18, sarà ora la bravissima Maddalena Lizzi nei panni di Elisabetta I.
E proprio “Elisabetta I…Le donne al potere” si intitola lo spettacolo che indaga con ironia e sagacia il tema del ruolo delle donne al comando.
Proposto in prima regionale per la stagione di Eureka 12 a firma Anà-Thema Teatro, “Elisabetta I” porta in scena il come le figure femminili nella storia abbiano orientato il loro comportamento in rapporto al potere, pur muovendosi dentro gli stretti confini in cui il ruolo di comando da sempre vive di un immaginario maschile. Ed è così che si muove Elisabetta I, figura emblematica di una donna che muove il proprio operato disegnando strategie, tattiche, linee orizzontali e verticali. Una partita a scacchi immaginata dagli uomini, ma giocata da una donna.
Regista particolarmente vicino all’universo femminile, dopo aver portato in scena spettacoli come “Maddalena e il grido di dolore per la morte di Dio”, “Bacio dopo bacio” e “In nome della madre” Filippo d’Alessio, direttore organizzativo del teatro Tor Bella Monaca, torna dunque a dirigere una donna che interpreta una figura emblematica del potere come Elisabetta I, Maddalena Lizzi.
Con un pedigree curriculum davvero da incorniciare, l’attrice milanese, ma ormai romana d’adozione, il talento di Lizzi viene applaudito nella commedia teatrale “Bacio dopo Bacio” nel 2010, sempre per la regia di Filippo d’Alessio, così l’anno dopo nelle vesti di Suor Maddalena nel dramma “Sotto l’orologio della Bascarija”. Il suo talento entra nelle rete Rai, tanto da diventare coprotagonista del documentario “Sulla pelle delle donne” per la regia di Fabio Laceriza. Nello stesso anno è anche protagonista di un altro documentario, “Donne per la regia di Camera 21.
Per informazioni prenotazioni è possibile telefonare ai numeri 3453146797 o 04321740499 o inviare una email all’indirizzo [email protected]. In base alle normative sanitarie per il contenimento della pandemia, per accedere al Teatro della Corte di Osoppo è necessaria, dai 12 anni in su, la presentazione del Green Pass.

550