Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Musica 2017-2018

Buniatishvili01_Gavin_Evans_sml

Un gran tour d’Europa da nord a sud, da est a ovest per assaporare, stando comodamente seduti nel proprio teatro, quanto di meglio offre il nostro continente nel panorama sinfonico e artistico: è questo il fil rouge della 21ma stagione di musica e danza del Teatro Nuovo Giovanni da Udine firmata dal sovrintendente e direttore artistico Marco Feruglio che fra 2017 e 2018 porterà in scena 11 concerti sinfonici, 3 opere liriche e 2 spettacoli di danza, oltre ad altri appuntamenti speciali e dedicati alle scuole.

Per quanto riguarda in particolare la musica sinfonica, in linea con le recenti programmazioni, che hanno ottenuto ampio consenso da parte del pubblico e registrato quasi sempre il sold out, il percorso artistico ha voluto mettere in evidenza il legame fra repertorio proposto e affinità ed empatia culturale e degli interpreti e delle orchestre ospiti.

Il prezioso patrimonio della nostra tradizione musicale fra Ottocento e Novecento storico – il repertorio britannico, mitteleuropeo, russo, ungherese, scandinavo e franco-spagnolo – è affidato all’interpretazione di compagini di consolidata fama; non mancheranno le orchestre di strumenti originali e la musica barocca, che ritorna in programma dopo un anno di assenza.

Fra tutti spiccano le due più importanti orchestre di Russia, la Filarmonica di San Pietroburgo e l’Orchestra del Teatro Mariinsky dirette da due giganti della scena mondiale come Yuri Temirkanov e Valery Gergiev.

Altre formazioni di grande prestigio sono poi senza dubbio la Royal Stockholm Philharmonic, orchestra delle cerimonie di gala dei Premi Nobel, la Budapest Festival Orchestra diretta da Iván Fisher, la BBC Scottish Symphony e, fra i solisti, le stelle del violino Viktoria Mullova, Vilde Frang e Nikolaj Znaider e del pianoforte Kathia Buniatishvili.

“In molti casi le date udinesi di questi grandi concerti sono le uniche per tutto il Nord quando non per tutta l’Italia – spiega il direttore Marco Feruglio -. Abbiamo la fortuna di avere un teatro che, per dimensioni e caratteristiche, in particolare ampiezza e ottima acustica, ben si presta ad ospitare orchestre dai grandi organici ed è paragonabile ad altre rinomate sale da concerto. Ragioni che ci portano ad essere tenuti in considerazione dagli operatori del settore anche per i tour più prestigiosi”.

L’apertura della stagione di musica sarà affidata venerdì 3 novembre alla BBC Scottish Symphony Orchestra, compagine che inaugura ogni anno con le sue performance il celebre festival di Edimburgo.

 

In veste di solista spiccherà Nikolaj Znaider, superstar del panorama contemporaneo, che si esibirà nel Concerto per violino e orchestra op. 77 di Johannes Brahms al centro del programma.

Seguirà il 16 novembre un tuffo nelle calde atmosfere mediterranee con l’Orquesta National de España diretta dal giovane ma già affermatissimo direttore di origini persiane David Afkham. Dai colori accesi il programma che spazierà da Ravel a de Falla, Debussy e Stravinskij (L’oiseau de feu).

Il 10 dicembre salirà nuovamente sul nostro palcoscenico la mitica Budapest Festival Orchestra. Come nello strepitoso concerto della scorsa stagione, la bacchetta spetterà a Iván Fischer che la guida dal 1983 e l’ha portata ai massimi vertici.

Il 31 dicembre alle 18.00, com’è ormai tradizione, spazio al concerto benaugurale in attesa del Nuovo Anno fra spumeggianti ritmi di valzer, polke e celebri brani della tradizione viennese. Sul palcoscenico il graditissimo ritorno della Strauss Festival Orchester Wien con il suo storico direttore Peter Guth e il soprano Hila Fahima.

Temperamento appassionato, fantasioso e ineccepibili qualità tecniche sono i tratti distintivi della superstar del pianoforte Khatia Buniatishvili, attesa il 23 gennaio 2018 con l’Orchestre Philharmonique du Luxembourg. Trentenne e già ai vertici del successo mondiale, interpreterà il Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra di Franz Liszt, al centro di un programma che spazierà da Richard Strauss a Wagner e Debussy nel centenario della scomparsa.

Il 2 marzo appuntamento speciale con l’Orchestre des Champs-Élysées diretta da Philippe Herreweghe che, con strumenti originali d’poca, ci proporrà due capolavori di Robert Schumann. Nel ruolo di solista al pianoforte storico Alexander Lonquich, colto e apprezzatissimo interprete del primo romanticismo.

 

Il 16 marzo, in prossimità delle celebrazioni pasquali, accoglieremo poi due delle massime formazioni specializzate nel repertorio barocco, la Kammerchor Stuttgart e Barockorchester Stuttgart per un concerto dedicato alla magniloquente Messa in si minore di Johann Sebastian Bach.

 

Seguiranno due appuntamenti con altrettante orchestre di punta scandinave. Aprirà la serie la norvegese Bergen Philharmonic Orchestra che il 16 aprile, con il suo direttore Edward Gardner, ci avvolgerà nelle atmosfere nordiche di Sibelius. Solista l’autentico mito del violino, Viktoria Mullova. Il 6 maggio sarà quindi la volta della Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, che ogni anno accompagna con le sue applaudite performance la consegna dei premi Nobel.  In programma sarà eseguita anche la maestosa Sinfonia n. 1 di Gustav Mahler.

Chiusura di stagione sontuosa affidata alle due perle di Russia: il 16 maggio l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo con il suo mitico direttore “senza bacchetta” Yuri Temirkanov – sold out in poche ore nei suoi tre precedenti concerti al Giovanni da Udine che interpreterà fra l’altro la celeberrima “Patetica” di ?ajkovskij

Sabato 9 giugno, ospite per la prima volta del nostro palcoscenico, il secondo gioiello di San Pietroburgo, la mitica Orchestra del Teatro Mariinsky: un’autentica icona della musica sinfonica di tutti i tempi, diretta dal carismatico Valery Gergiev.

 

 

Grande Lirica: in scena tre capolavori di ?ajkovskij, Puccini, e Mozart

Tre appuntamenti di assoluto prestigio anche per quanto riguarda la musica lirica, genere da sempre molto apprezzato al Giovanni da Udine.

Inaugurerà il 17 dicembre lEugenij Onegin di ?ajkovskij, l’opera russa più famosa e interpretata al mondo. Seguirà un doppio appuntamento l’11 febbraio 2018 in autentico clima carnevalesco con il divertente Gianni Schicchi di Giacomo Puccini e in apertura, in prima esecuzione, Il segreto di Susanna, piccolo gioiello di Ermanno Wolf-Ferrari. Concluderà la serie, il 5 maggio, Così fan tutte, ultima e raffinata opera del trittico Mozart-da Ponte.

Tutti gli spettacoli sono prodotti dal Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste e avranno un’anteprima dedicata alle scuole, pubblico da sempre molto attento e partecipe agli appuntamenti del genere proposti nel nostro teatro.

Danza: due appuntamenti fra classico e contemporaneo

Due gli appuntamenti dedicati alla danza: in apertura, il 25 gennaio 2018 il Malandain Ballet di Biarritz proporrà la Cenerentola, una rilettura contemporanea del celebre balletto musicato da Sergei Prokof’ev con scene e costumi di Jorge Gallardo. La compagnia francese guidata dal pluripremiato coreografo Thierry Malandain è stata già ospite del Teatro Nuovo nel 2012 con un indimenticabile Romeo e Giulietta.

A seguire, il 4 marzo, un grande classico della danza, Don Chisciotte reso ancor più luminoso dal Balletto del Teatro dell’Opera di Sofia, compagnia che ha fatto della grande tradizione del balletto russo e poi bulgaro la propria cifra distintiva. Le coreografie sono di Marius Petipa e Alexander Gorsky riprese da Vakhtang Chabukiani.

La riproposta: torna in scena Quadri di un’esposizione

A 15 anni dalla sua prima messa in scena al Giovanni da Udine, torna Quadri di un’esposizione, lo spettacolo progettato e realizzato nel 1928 da Vasilij Kandinskij su musiche di Modest Musorgskij.  Un’opera di eterna giovinezza artistica e dallo straordinario valore quale laboratorio didattico per imparare i segreti della “macchina teatrale”, affidato in quest’occasione al colto musicista e pianista Lorenzo Cossi e agli studenti dell’ISIS Malignani di Udine.

 

Un ringraziamento particolare va alla Fondazione Friuli che ha contribuito alla realizzazione della stagione di musica, lirica e danza qui presentata.

 

Avvio campagna abbonamenti: dal 13 settembre 2017

2.267