Bearzi

Teatro: Paolo Rossi è Arlecchino a Monfalcone 13/14 gennaio 2015

Arlecchino_liveIl 2015 del circuito ERT verrà inaugurato da Paolo Rossi e dal suo nuovo spettacolo, Arlecchino. Accompagnato sul palco dai musicisti Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Stefano Bembi, Rossi sarà domenica 11 gennaio al Teatro Luigi Candoni di Tolmezzo per trasferirsi poi al Teatro Comunale della “sua” Monfalcone martedì 13 e mercoledì 14 gennaio. Tutte e tre le repliche avranno inizio alle 20.45.

Scritto dallo stesso Rossi con Riccardo Piferi, Arlecchino è influenzato nella sua genesi dal romanzo di Heinrich Böll Opinioni di un clown – pubblicato nel 1963 – nel quale il giovane clown protagonista si sentiva fuori dal coro della borghesia cattolica nella Germania postbellica e, con indosso una maschera, la criticava. Fuori dal coro si sente, da sempre, Paolo Rossi. Questo suo Arlecchino, nel rispetto della tradizione della Commedia dell’Arte e nella più recente tradizione “rossiana” è un lavoro in divenire, un canovaccio dove c’è spazio per ricordi, canzoni, storielle e momenti biografici e, perché no, per una riflessione sul ruolo del comico e della comicità nel mondo contemporaneo. Un Arlecchino cangiante, quindi, che ogni sera intratterrà il pubblico in modo diverso e dal pubblico trarrà energia e spunti per il suo viaggio.

Paolo Rossi, nato nel 1953 a Monfalcone ma milanese d’adozione, esordisce come attore nel 1978 in Histoire du Soldat per la regia di Dario Fo. A lungo con la compagnia del Teatro dell’Elfo, alla fine degli anni Ottanta si impone sulla scena con uno stile personale e riconoscibile con gli spettacoli Recital e Chiamatemi Kowalski. È del 1995 Il Circo di Paolo Rossi, spettacolo itinerante, che si sposta con una carovana e una serie di tendoni per tutta Italia insieme a 18 persone tra musicisti e attori/mimi. Seguono Rabelais (1996); Romeo & Juliet – Serata di Delirio Organizzato (1998); Questa Sera si Recita Molière – Dramma da ridere in due atti (2003). Tra il 2002 e il 2004 è in tournée con Il Signor Rossi e la Costituzione – Adunata Popolare di Delirio Organizzato e nel 2004-2005 con Il Signor Rossi contro l’Impero del male. Nel 2007 porta in teatro I Giocatori, liberamente ispirato al celebre romanzo di Dostoevskij. Nel 2008 ritorna sulla scena con Sulla strada ancora e nel 2010 debutta con il titolo Il Mistero Buffo, nella versione pop 2.0. A novembre 2012 debutta con L’amore è un cane blu, la conquista dell’Est.

facebook
854