Tenta un blitz nella camera di Berlusconi; bloccato un giovane

BERLUSCONI2Un giovane torinese di 26 anni, a quanto si apprende con problemi psicologici, e’ stato bloccato intorno alle 2 di notte mentre cercava di entrare al settimo piano del reparto solventi dell’ospedale San Raffaele, dov’e’ ricoverato Berlusconi: ne da’ notizia la questura di Milano. Il ragazzo e’ stato controllato e si trova attualmente negli uffici della Digos.Il giovane voleva parlare con Berlusconi. Sarebbe entrato normalmente dal parcheggio sotterraneo: nella sua vettura sono state trovare delle mazze da hockey. Immediatamente dopo essere stato fermato e identificato è stato sottoposto a perquisizione personale con esito negativo ed accompagnato all’esterno del nosocomio. In base ai primi accertamenti, sembra appunto che sia entrato nella struttura attraverso il parcheggio a pagamento: un garage multipiano e di grandi dimensioni utilizzato regolarmente sia dai dipendenti sia dai visitatori. Il ragazzo è stato portato negli uffici della Digos dove è stata portata anche la vettura per la perquisizione e dove sono state rinvenute le mazze da hockey.

La terza notte di ricovero al San Raffaele di Milano del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è passata tranquillamente anche se al risveglio, come sempre poco prima delle 7, il premier ha accusato, secondo quanto si è potuto apprendere, un po’ di mal di testa.
Oltre al leggero mal di testa, questa mattina il premier starebbe soffrendo di un riacutizzarsi di un dolore al collo. Oggi, giorno previsto per le dimissioni, fuori dal nosocomio sono state rafforzate le misure di sicurezza.

“La giornata del Presidente del Consiglio è iniziata con la lettura della corposa rassegna stampa arrivata prima delle sette da Palazzo Chigi”. quanto ha detto il sottosegretario Paolo Bonaiuti ai microfoni di Sky TG24. “La notte – ha continuato il Sottosegretario – è stata un po’ più travagliata, si sono riacutizzati i dolori al collo: evidentemente sono gli effetti del durissimo colpo di domenica. Ieri sera il Premier ha guardato Ballarò che non gli è piaciuto. Ha ricevuto la visita dei giocatori Seedorf e Thiago Silva e la telefonata di Obama che gli ha fatto gli auguri per una rapida guarigione”. Il Portavoce del Governo ha ribadito l’intenzione dei medici di dimettere Berlusconi in giornata, chiarendo tuttavia che gli stessi medici “si sono riservati di rivederlo tra le 12 e l’una”. In ogni caso, Bonaiuti ha sottolineato che “il Presidente è un vulcano che entra in eruzione alle sette del mattino, è un grande lavoratore e sarà difficile, se non impossibile, tenerlo lontano dal lavoro e dai suoi impegni”. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha inoltre rivelato che Berlusconi “non ha commentato il dibattito alla Camera perché abbiamo cercato di tenerlo lontano dalla bagarre politica. Deve restare a riposo per almeno due settimane e se non cominciamo subito a tenerlo a freno poi sarà davvero impossibile”

ANSA

Lascia un commento

2.607