Udine

Terminal inaugura la nuova edizione con Oltrepassare. Dal 25 giugno 2021

Dopo il doppio spettacolo di anteprima nell’ambito di Feff23, il 24 giugno alle 19.30 al Visionario, il Festival apre con lo spettacolo vincitore della call di Intersezioni

UDINE“Terminal – Festival dell’arte in strada”, affida la sua inaugurazione, il 25 giugno alle 19, a “Oltrepassare”: una performance urbana itinerante che unisce movimento, scultura e suono. Portato in scena dalla compagnia “Azioni Fuori Posto” si tratta del progetto vincitore della prima call (possibile grazie al sostegno del main sponsor Bluenergy Group e del contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, dei Comuni di Udine, Fagagna, Turriaco, Gradisca d’Isonzo, Palmanova e della Pro Loco Pro Venzone) condivisa da Intersezioni, rete di festival urbani di cui Terminal fa parte insieme a Areadanza, Art Tal Ort, In\Visible Cities, Contaminazioni Digitali e Microfestival. Un progetto scelto dalla commissione artistica della rete fra ben 130 proposte!

LA PERFORMANCE – Il percorso è ancora top secret e sarà svelato dagli artisti solamente quando lo spettacolo prenderà il via, da piazza Venerio. In quanto all’ ingresso sarà gratuito ma, in linea con la normativa, con prenotazione obbligatoria su www.terminal-festival.com (in caso di maltempo, tutti gli spettacoli si terranno nell’adiacente ex chiesa di San Francesco). Vedremo due corpi (Silvia Dezulian, Filippo Porro da cui è nata l’idea, la progettazione e la coreografia) in relazione tra loro dialogare, in salita, esplorando una percezione nuova dello spazio che li circonda. Il pubblico li seguirà facendo esperienza di una sensazione sonora e visuale completamente diversa di un luogo quotidiano e di passaggio. I performers interagiranno fra loro e il paesaggio grazie a due sculture sonore indossabili come zaini (su idea e progettazione di Martina Dal Brollo) che, collegate a dei microfoni posti nelle scarpe, amplificheranno non solo i movimenti degli artisti, ma anche la stessa conformità del suolo su cui i corpi si stanno spostando. Si verrà a comporre una partitura sonora che nasce nel paesaggio urbano grazie al passaggio dei performers. L’obiettivo è quello di porre l’attenzione sulla musicalità dei micro e dei macro suoni presenti nel nostro territorio cittadino e che spesso passano inosservati.

PROGRAMMA DEL 25 GIUGNO – Terminal – organizzato da Circo all’inCirca e dalla cooperativa Puntozero – proseguirà alle 21, sul palcoscenico di piazza Venerio con la compagnia Zirkus Morsa e il suo “La fin demain”, uno spettacolo di danza, acrobatica-mano-a-mano ed equilibrismo. Naturale evoluzione, in termini di proposta artistica e senso dell’opera, a ciò che porterà a Udine “Oltrepassare”. Due artisti danzano su un antico attrezzo circense alla ricerca della totale semplicità del movimento. Il duo riflette sulla complessità del mondo contemporaneo e su come l’arte dell’acrobatica a corpo libero possa fornire un punto di vista alternativo, convincente e non costruito alle complessità del sistema in cui viviamo. Il Festival dell’arte in strada proseguirà il 26 e il 27 da mattina a sera con moltissime proposte differenti e adatte a grandi e piccini! Per l’occasione in piazza sarà allestito un bar gestito da Cas’Aupa.

IL FESTIVAL 2021– Quest’anno Terminal, ideato da Circo all’inCirca e Puntozero, ha ricevuto il sostegno della Regione Fvg, della Fondazione Friuli, dell’assessorato alla Cultura del Comune di Udine. Hanno collaborano alla sua realizzazione: associazione Brocante, rete culturale Intersezioni, QuattroX4 Laboratorio di Circo, Cas’Aupa, Cirqueon ops, Muja Buskers Festival, Cefs Centro Edile formazione e sicurezza, Sbandieratori di Palmanova, Comune di Buttrio, Comune di Cividale del Friuli.

facebook
544