Terremoto in Spagna, 2 scosse a Sud, nella regione della Murcia

terremoto spagna

Almeno quattro persone hanno perso la vita nel terremoto che ha scosso nel pomeriggio la Murcia, nella Spagna meridionale. Lo rende noto il quotidiano El Pais nella sua edizione online.

Le vittime sono state registrate a Lorca, una delle localita’ colpite. Il sindaco della cittadina, citato da El Mundo, non esclude che i morti siano cinque. La prima scossa era di magnitudo 4.1, la replica di 5.2. A Lorca due edifici hanno subito ingenti danni e un campanile e’ semi-crollato, secondo fonti locali citate dal El Mundo.

I morti sono, riferisce l’agenzia Efe, abitanti del quartiere di Las Vinas, il piu’ colpito della cittadina. La seconda scossa, la piu’ violenta, e’ stata sentita anche a Cartagena e in diverse localita’ della vicina Andalusia, come Granada, Malaga, Siviglia. Il premier spagnolo Jose’ Luis Zapatero ha ordinato l’immediato intervento in aiuto della popolazione di Lorca della Unita’ Militare di Emergenza (Ume). Nella cittadina la gente si trova tuttora per le strade. La tv pubblica Tve riferisce che fra gli abitanti si e’ diffuso il timore di una nuova imminente scossa.

SI TEME SIA SCOSSA ‘PREMONITRICE’ – La scossa di 5,1 gradi che ha colpito verso le 19:00 la Murcia potrebbe essere ‘premonitrice’, hanno indicato fonti dell’Istituto Geografico Nazionale (Ign) spagnolo all’agenzia Efe. Fra gli abitanti della cittadina di Lorca, la più colpita dal terremoto, dove per ora sono confermati quattro morti, e dove diversi edifici sono stati seriamente danneggiati, c’é il timore che nuove scosse possano verificarsi nella notte. Molta gente è rimasta all’esterno, concentrandosi in particolare nei cortili delle scuole o nelle piazze, e si prepara a passare la notte fuori casa. Le fonti dell’Ign hanno però precisato a Efe che “in sismologia non si può mai sapere”. Il sito dell’Ign, assalito dagli internauti in cerca di informazioni, è collassato. Le fonti della Rete Sismica dell’Istituto hanno anche indicato che il terremoto registrato in Murcia è il più forte registrato nella Spagna del sud-est da “almeno 500 anni”.

ATIPICO – Il sud-est della Spagna e in particolare la zona di Murcia è una zona sismica in cui si verificano «abitualmente» scosse di terremoto, ma non dell’ampiezza di quelle avvenute mercoledì pomeriggio. Lo riporta l’agenzia spagnola Europa Press, citando fonti dell’Istituto geografico nazionale di Madrid. PAURA – Fra gli abitanti di Lorca si è sparso il panico di nuove scosse distruttive che potrebbero verificarsi nella notte. Molta gente si prepara infatti a passare la notte fuori casa. Secondo i sismologi spagnoli, però, quello avvenuto è il terremoto più forte nella zona da «almeno 500 anni». FARNESINA – La Farnesina, con l’Unità di Crisi e l’ambasciata d’Italia a Madrid, sta verificando l’eventuale presenza di italiani tra le vittime del sisma.] ATIPICO – Il sud-est della Spagna e in particolare la zona di Murcia è una zona sismica in cui si verificano «abitualmente» scosse di terremoto, ma non dell’ampiezza di quelle avvenute mercoledì pomeriggio. Lo riporta l’agenzia spagnola Europa Press, citando fonti dell’Istituto geografico nazionale di Madrid.

PAURA – Fra gli abitanti di Lorca si è sparso il panico di nuove scosse distruttive che potrebbero verificarsi nella notte. Molta gente si prepara infatti a passare la notte fuori casa. Secondo i sismologi spagnoli, però, quello avvenuto è il terremoto più forte nella zona da «almeno 500 anni».

FARNESINA – La Farnesina, con l’Unità di Crisi e l’ambasciata d’Italia a Madrid, sta verificando l’eventuale presenza di italiani tra le vittime del sisma.

Lascia un commento

486