TERRITORIO: SANTORO, ORGOGLIO PER ARRIVO DI 'RADURA' DI BOERI A UDINE

Udine, 29 lug – “L’arrivo da Milano a Udine del progetto
‘Radura’ ideato dal grande architetto Stefano Boeri ci riempie di
orgoglio e la Regione è pronta a continuare a sostenere con
convinzione il viaggio nelle prossime tappe in cui quest’opera
verrà esposta perchè si tratta di un perfetto biglietto da visita
delle eccellenze del Friuli Venezia Giulia, a partire dalla
produzione certificata del legno fino alle qualificate maestranze
della filiera”.

Lo ha affermato l’assessore regionale al Territorio Mariagrazia
Santoro intervenendo alla presentazione dell’installazione in
piazza Venerio, dove sarà visitabile gratuitamente fino alla fine
di agosto per poi spostarsi a Bologna e Sirmione.

“Questa piazza si candida a diventare spazio dell’arte, così come
Udine può a buon diritto annoverarsi come città della
biodiversità e della sostenibilità: ospitare Radura è un grande
stimolo per riprendere e sviluppare ulteriormente il rapporto
natura-città fondamentale per la nostra economia e per la
valorizzazione delle nostre eccellenze”, ha aggiunto Santoro.

Progettata dallo studio Stefano Boeri Architetti e realizzata da
Regione Friuli Venezia Giulia, Filiera del Legno FVG e
ConsorzioInnova FVG, “Radura” torna quindi nella terra d’origine
e debutta a Udine dopo il grande successo alla Design week 2016
di Milano.

“Ho pensato di realizzare uno spazio di meditazione e di distacco
dai flussi ininterrotti della corrente metropolitana: la radura –
ha spiegato Boeri – non è un recinto, è uno spazio in cui pur
continuando a sentire in contatto con il resto della natura ci si
trova in autonomia. Radura spero permetterà una decompressione
dalla frenesia dei flussi e degli scambi tipica di una città”.

L’installazione è uno spazio circolare composto da da 350 colonne
cilindriche in legno che raggiungono un’altezza massima di 6
metri, ha un diametro esterno di 10,5 metri ed uno interno di 7
metri: la realizzazione dell’opera è friulana al 100% poichè da
un lato la materia prima utilizzata è il legno certificato (PFEC,
più diffuso schema di certificazione forestale nel mondo) di
abete, pino e larice, proveniente dal dalle montagne del Friuli
Venezia Giulia grazie al supporto del Consorzio Innova FVG, ente
pubblico economico dedicato allo sviluppo del territorio montano.

“Stefano Boeri è uno degli architetti che maggiormente ha
dedicato attenzione nella progettazione ai materiali e i valori
che sempre sottendono le sue opere si integrano perfettamente con
quelli che sono i punti di forza della nostra filiera legno e
delle aziende in essa rappresentate: un forte connubio fra uomo e
natura per uno sviluppo sostenibile ed una migliore qualità della
vita”, ha sottolineato il presidente di Innova FVG Michele
Morgante, aggiungendo che “Radura è un ulteriore risultato del
nostro impegno per favorire l’innovazione tecnologica, di
processo e di prodotto nelle realtà produttive del territorio
montano”.

Alla cerimonia di inaugurazione, alla presenza dell’architetto
Boeri, sono intervenuti tra gli altri anche il sindaco Furio
Honsell, che ha ringraziato Boeri per “il forte messaggio
culturale insito nella sua opera”, l’assessore comunale
Alessandro Venanzi e il presidente dei giovani Imprenditori di
Confindustria Lombardia Federico Ghidini.
ARC/EP

Powered by WPeMatico

624