Bearzi

Torneo Città di Arco, 3° posto per il Tavagnacco femminile

L’emozione più forte sta tutta in quei fatidici undici metri, nei quali si è decisa la sorte della finale per il terzo e quarto posto del torneo Città di Arco under 16 femminile. Dopo 17 rigori, tanta pioggia e continue folate di vento, la palla decisiva capita sui piedi di Carlotta Malduca che, con grande freddezza, mette la sfera in fondo al sacco e regala la vittoria alla Graphistudio.Finisce 5-4 la sfida tra le friulane di mister Pavoni e il Firenze, al termine di un incontro molto tirato e concluso sullo 0-0 dopo i novanta minuti regolamentari.

Il match, vissuto sul filo dell’equilibrio, ha visto le toscane più intraprendenti e decise in fase offensiva ma la grande giornata di Alice Bonassi ha garantito alle friulane la lotteria dei rigori, terminata con l’esplosione di gioia di tutto il gruppo gialloblu. Avvio di gara favorevole al Tavagnacco con due occasioni per Covalero che al 10′ impegna su punizione il numero uno gigliato e quattro minuti più tardi lo supera, ma a gioco fermo, dopo la corta respinta dell’estremo difensore su punizione di Usenich. Il Firenze si fa pericoloso dalle parti di Bonassi al 28′ con Balloni che costringe il portiere gialloblu alla presa bassa. E’ il momento migliore per le viola che sfiorano la marcatura al 35′ quando una palla vagante in piena area di rigore viene spazzata ad un metro dalla porta dal provvidenziale intervento di Paca. La gara non offre altri sussulti e il signor Bernabé manda le due squadre a riposo sullo 0-0. Al ritorno in campo il Tavagnacco opera due cambi: Pavoni manda in campo Corubolo e Malduca per Cossaro e Paca con l’intenzione di puntellare la fascia destra, e offrire maggior assistenza in attacco a Pividori, ma è ancora il Firenze a rendersi pericoloso con Rizzo che, lanciata a rete, trova in Bonassi un muro invalicabile. Al 16′ ci prova Manetti con un colpo di testa che termina alto. A metà ripresa la palla buona per le friulane capita sui piedi di Francesca Pividori: il numero nove gialloblu s’incunea in area dalla sinistra e scavalca Casini in uscita, ma la conclusione è debole e la difesa toscana riesce a spazzare. Due minuti dopo ancora Pividori non riesce a schiacciare nel migliore dei modi un bel cross dalla destra e mette palla sul fondo. Il Firenze riparte all’attacco e tocca ancora a Bonassi sbrogliare la matassa con uno splendido intervento sul tiro angolato di Rizzi (29′). Le toscane mantengono il pallino del gioco ma il Tavagnacco risponde colpo su colpo fino al triplice fischio del direttore di gara che manda le due squadre ai calci di rigore. Il dischetto regala ad entrambe le formazioni la possibilità di chiudere il match, ma è il Tavagnacco a realizzare il rigore decisivo che vale la corsa impazzita di Malduca verso il centro del campo per abbracciare tutte le compagne, e il terzo posto in questo prestigioso torneo nazionale che ha visto l’ UPC Tavagnacco recitare un ruolo da protagonista.

Fonte: Marco piva

facebook

Lascia un commento

1.270