Traffico autostradale: week end da bollino nero.

traffico
E’ considerato uno dei fine settimana più critici, quello compreso fra giovedì 28 e domenica 31 luglio (bollino nero per venerdì e sabato; rosso per domenica), caratterizzato da flussi di traffico molto intensi su tutta la A4, con tempi di percorrenza decisamente superiori alla media e probabili code in prossimità dei principali punti di confluenza: fra A4 e A23 al nodo di Palmanova; fra il Passante di Mestre e la A4 all’altezza di Quarto d’Altino. Su tutta l’autostrada A4 Venezia-Trieste, da Quarto d’Altino fino al nodo tra A4 e A23, soprattutto in direzione Trieste, il traffico sarà rallentato e code sono previste anche alla barriera di Trieste Lisert.

A chi si mette in viaggio, in questi giorni, Autovie Venete consiglia di informarsi preventivamente sulla situazione in autostrada e di prendere in considerazione i percorsi alternativi, non solo autostradali per evitare gli ingorghi e le lunghe attese previste ai principali caselli. Indispensabile mantenere un comportamento di guida adeguato, rispettare la distanza di sicurezza e bruschi cambiamenti di velocità per evitare il rischio di tamponamenti e prestare la massima attenzione soprattutto nei pressi delle entrate e delle uscite dalle aree di servizio, particolarmente affollate L’intensificazione dei transiti è prevista già da giovedì 28 luglio, sia sulla A4 Venezia Trieste in direzione Trieste (con attesi rallentamenti su tutta l’estesa) nonché ai caselli di Latisana, San Donà di Piave, San Stino di Livenza, Portogruaro e Trieste Lisert. Traffico molto intenso anche sulla A23 a cominciare da Udine Nord fino al nodo di Palmanova in entrambe le direzioni di marcia. Situazione critica venerdì 29 luglio con traffico in costante aumento. Il fenomeno proseguirà per tutta la notte fino alle prime ore del mattino di sabato 30. La situazione resterà difficile per tutta la giornata di sabato 30 luglio, caratterizzata da forte intensità di flussi (la media oraria nel 2010 ha sempre oscillato fra i 2 mila e 800 e i 3 mila transiti/ora) concentrati soprattutto tra Venezia e Palmanova e in prossimità di tutte le interconnessioni, nonchè ai caselli di Latisana, San Donà di Piave, San Stino di Livenza, Portogruaro, Trieste Lisert. Possibili disagi sulla A23 Palmanova Udine Sud, in entrambe le direzioni di marcia. Più ordinato, ma ancora molto sostenuto, il traffico previsto per domenica 31 luglio con incrementi, durante le ore serali per i rientri, ma senza eccessivi disagi.

A supporto degli ausiliari al traffico un team di movieri, selezionati fra i dipendenti della Concessionaria e appositamente formati
Più operatori ecologici nelle aree di servizio, più presidi meccanici e bagni chimici aggiuntivi a Calstorta

Una task force di oltre 200 persone, fra esattori, ausiliari al traffico, squadre di manutenzione d’urgenza e tecnici degli impianti, è pronta a lavorare per ridurre i disagi di chi va in vacanza. Autovie Venete quest’anno ha “formato” anche un team di persone (normalmente impiegate in altri settori aziendali, che hanno offerto la disponibilità per l’estate a integrare il lavoro dei colleghi impegnati sulla strada) che verrà impiegato nei caselli più soggetti a code, in prossimità degli svincoli o dei nodi di confluenza. Sono i cosiddetti “movieri” la cui funzione è quella di indirizzare i veicoli per rendere più fluida la circolazione. Particolarmente efficace, per la rapida risoluzione degli incidenti, la novità introdotta nel 2010 e riproposta, potenziata, quest’anno: oltre alle 38 sedi di officine per il soccorso meccanico normalmente operative, grazie a un apposito accordo, sono stati creati una serie di nuovi “presidi” in corrispondenza dei caselli di Venezia Est, San Donà di Piave, Portogruaro, Latisana, Palmanova, Villesse, Redipuglia e Udine Sud, in grado di garantire un’operatività di 816 ore di servizio. In questo modo, il tempo di intervento si riduce notevolmente e, di conseguenza, lo sgombero dei veicoli incidentati o guasti avviene con maggior rapidità. Predisposti anche gli stoccaggi dell’acqua che, in caso di necessità, verrà distribuita utilizzando due speciali camion-frigoriferi. Grazie a un protocollo sottoscritto con la Protezione Civile del Veneto e a una collaborazione in essere con quella del Fvg, i volontari affiancheranno, se necessario, il personale di Autovie nella distribuzione. I depositi per l’approvigionamento sono stati allestiti al casello di Venezia Est, al Centro servizi di Cessalto, al casello di Portogruaro e al Centro Servizi di Palmanova. Per rendere più confortevole la sosta nelle aree di servizio, soprattutto in quelle più frequentate come Calstorta, infine, negli spazi esterni alle zone di ristorazione o rifornimento, sono stati installati dei bagni chimici e ci saranno anche più operatori ecologici in servizio sulle piazzole per mantenere pulite le aree.

622