Udine

Tredicenne: sesso in cambio di ricariche telefoniche a Trieste

violenza1
La ragazzina aveva sette anni quando ha subito la prima violenza sessuale e riceveva ricariche telefoniche e piccoli regali dagli uomini con i quali aveva avuto rapporti. È quanto emerge dalle indagini svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Trieste che hanno portato in carcere finora tre persone cIl primo arresto è stato un cittadino italiano di 65 anni conoscente della famiglia nello scorso novembre. L’uomo è stato arrestato nella sua abitazione di Trieste mentre si trovava insieme alla ragazzina ed è tuttora in carcere. Secondo le indagini della Polizia, vi erano stati diversi rapporti fra i due e l’uomo aveva fatto talvolta regalini alla ragazza, alla quale saltuariamente aveva dato anche piccole somme di denaro (fino a un massimo di 20-30 euro). Il secondo arresto un uomo di 45 anni a dicembre accusato di violenza sessuale. Il terso ed ultimo arresto martedì scorso sempre a Trieste è di Andres Ronald Avedano (colombiano) di 25 anni.

Ansa: La ragazza si trova ora in una struttura protetta dove sta seguendo un delicato percorso di recupero psicologico e sociale. La vicenda è emersa dopo la scoperta, da parte degli agenti del commissariato di Polizia di San Sabba di Trieste, di alcuni comportamenti sospetti da parte della ragazza, che si trovava spesso sola, in un contesto familiare e sociale definito dagli investigatori e dagli operatori sociali «non particolarmente semplice». Il padre della ragazza – da quanto si è saputo – è spesso lontano e la mamma, che fa l’operaia, trascorre molte ore fuori casa per motivi di lavoro. La ragazza, fin da quando era piccola, veniva pertanto affidata a vicini di casa e conoscenti dei genitori. Proprio uno di questi conoscenti, l’uomo di 65 anni, sarebbe stato il primo ad approfittare di lei quando aveva solo sette anni.

facebook
770