Trieste: all’esame con l’auricolare “Ho l’otite” ma era al telefono

Il docente si è insospettito soltanto quando ha sentito una voce maschile parlare come se fosse al telefono. Allora ha chiesto alla studentessa di mostrare le orecchie fino a quel momento celate dai capelli lunghi e ha notato un auricolare bluetooth in funzione. Ha chiesto spiegazioni e la giovane gli ha spiegato che era affetta da otite e dunque l’apparecchio le occorreva per udire. E’ però stato sufficiente un esame superficiale per capire che la ragazza era collegata con qualcuno che udiva le domande che le venivano poste e suggeriva le risposte. E’ accaduto all’ esame di Inglese al Dipartimento di Ingegneria e architettura dell’ Università di Trieste

2.017