Trieste: Chris Cornell, ex Soundgarden in concerto – 15 aprile 2016

Chris CornellNon si è ancora spento l’eco del grande annuncio del concerto di Steven Wilson a Trieste, che il 2016 vede già programmato un altro imperdibile happening con una leggenda vivente della musica mondiale, autentico riferimento del grunge anni novanta, accostato al pari di grandi come Kurt Cobain e Eddie Vedder; stiamo parlando di Chris Cornell, già leader dei Soundgarden e Audioslave, ora apprezzato interprete solista, che i fan potranno ascoltare nella versione che più amano, in live solo acustico, il prossimo venerdì 15 aprile al Politeama Rossetti di Trieste (inizio alle 21.00). Quello di Trieste, unico concerto nel Nordest, sarà anche il primo dei tre unici live italiani (con Roma e Milano).
I biglietti per quello che si annuncia già come uno degli spettacoli più attesi del nuovo anno, saranno acquistabili online su Ticketone.it, nei punti vendita autorizzati e alle biglietterie del teatro, a partire dalle ore 10.00 di venerdì 30 ottobre (la pre-sale per il fan club sarà invece attiva dalle 10.00 di mercoledì 28 ottobre). Tutte le informazioni e i punti vendita su www.azalea.it e www.ticketone.it. L’evento è co-organizzato da Zenit Srl e Comune di Trieste, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, il Politeama Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e Live Nation, e inserito nel pacchetto Music&Live dell’Agenzia TurismoFVG (www.musicandlive.it).

Dopo il successo del suo recente tour americano, Chris Cornell porterà anche in Europa e in Italia il suo “Higher Truth Tour”. “Higher Truth” (Universal) è il titolo del nuovo album solista dell’artista di Seattle, che ritorna a esibirsi in acustico dopo aver registrato molteplici “sold out” in giro per il mondo. Il risultato del nuovo disco, come sottolineato all’unanimità da pubblico e critica, è eccellente; 12 tracce, tra cui il fortunato singolo “Nearly Forgot My Broken Heart”, in cui la voce di Cornell è, come da tradizione, al di sopra delle righe. “Higher Truth”, prodotto prodotto da Brendan O’Brien (già al lavoro con Bruce Springsteen, Pearl Jam, Neil Young), rappresenta un grosso passo in avanti nella carriera di Cornell che, musicalmente, è stato ispirato da artisti del calibro di Daniel Johnston, Nick Drake ed i Beatles dell’era “White Album”.
Chris Cornell, cantante e musicista di Seattle, vincitore di due Grammy Award e di un MTV Award, considerato fra gli artisti più rappresentativi della scena americana e mondiale degli anni ’90, una voce graffiante, intensa, accostata da sempre a quella di grandi come Kurt Cobain (Nirvana) e Eddie Vedder (Pearl Jam). La sua carriera inizia con la band grunge dei Soundgarden, formatasi nel 1984 e scioltasi nel 1997 (poi riunita nel 2010), gruppo con cui firma album e canzoni che hanno fatto la storia di oltre un decennio musicale, come la bellissima e angosciante “Black Hole Sun”. Proprio alla voce dirompente di Cornell, caratterizzata da potenza ed estensione straordinarie, si deve gran parte del successo della band. L’album “Superunknown”, è stato considerato a posteriori come il “canto del cigno della scena grunge”. Il nome di Cornell è anche legato al gruppo grunge Temple of the Dog. Dal 2001 al 2007 ha poi formato, assieme ad alcuni ex componenti dei Rage Against the Machine, il gruppo Audioslave, di cui è stato il cantante solista. La sua arte è fortemente influenzata dalla sua travagliata esistenza, soffrendo fin dall’infanzia di depressione. Dopo lo scioglimento dei Soundgarden nel 1997, Cornell si dedica al suo primo album in veste di solista: nel 1999 esce “Euphoria Morning”. Tre sono invece i dischi pubblicati con gli Audioslave, l’omonimo “Audioslave” (2002), “Out of Exile” (2003) e “Revelations” (2006). Nel 2006 compone “You Know My Name”, canzone dei titoli di testa del film Casino Royale. Il brano verrà incluso nel suo secondo album solista, “Carry On” del 2007. Il singolo “Part of Me” è il primo estratto dal terzo album solista, “Scream” del 2008. Fra le grandi collaborazioni quelle con Slash e Carlos Santana. Nel 2011 ecco il quarto disco, l’acustico live “Songbook”. Un annuncio, quello odierno che di certo farà felici in tantissimi fan italiani dell’artista, in attesa del via alla corsa al biglietto di mercoledì.
Fra i prossimi appuntamenti al Politeama Rossetti i concerti di Mario Biondi (21 dicembre), dell’Harlem Gospel Choir (22 dicembre) e del già citato Steven Wilson (26 aprile 2016). Biglietti in vendita, info su www.azalea.it .

798