Trieste: il palio dell’acqua a Ferragosto 2016

IMG_3138Cresce l’attesa per il Palio Acqua, l’annuale appuntamento ferragostano inserito nell’ambito del Palio dei Rioni e giunto alla IIXX edizione. Dedicato ai giochi d’acqua riservati ai bambini dai 6 ai 12 anni, nell’anno passato il Palio Acqua, vinto da Barriera Vecchia, ha visto la partecipazione di oltre 50 mini atleti in rappresentanza di otto rioni cittadini: un successo senza precedenti. Anche nel 2016, tra numerosi e divertentissimi giochi d’acqua, la classicissima di mezza estate allieterà la giornata di Ferragosto dei bambini che vorranno iscriversi gratuitamente e partecipare ai giochi allo stabilimento balneare Sirena di Grignano.
“Ogni anno – spiega il responsabile dei giochi e del rione di Barriera Vecchia, Alessandro Tramarin – ci impegniamo per offrire ai piccoli partecipanti e alle loro famiglie sempre qualcosa di nuovo e all’altezza. Negli anni passati abbiamo introdotto il tiro al bersaglio e lo slalom acquatico e anche per quest’anno abbiamo ideato dei nuovi giochi, con l’ausilio di pupazzi e strutture gonfiabili. E poi dall’anno passato c’è una novità che visto il successo del 2015 ripeteremo e amplieremo anche in questa edizione: accanto ai classici giochi per i bambini, nel pomeriggio ce ne saranno anche alcuni per gli adulti”.

Il classicissimo appuntamento ferragostano, valido quale prova del Palio dei Rioni 2016, vedrà sfidarsi, tra il tifo sfrenato dei bagnanti, mini atleti e nuotatori dotati di pinne, braccioli, salvagenti e maschere in rappresentanza dei rioni cittadini. Nel 2015 a prevalere è stata Barriera Vecchia, che per la decima volta consecutiva ha iscritto il proprio nome nell’albo d’oro della competizione di mezza estate.
Ci si attende anche questa volta una grande partecipazione sia di partecipanti che di bagnanti (giunti apposta negli scorsi anni anche da Trebiciano e Grado). Si preannunciano tutte molte divertenti le prove, a iscrizione gratuita, che avranno inizio alle 10 del mattino per proseguire nel pomeriggio fino alle 16 nella piscina grande e nello specchio di mare antistante il Sirena: dalle gare di velocità a bordo di imbarcazioni bucate (a cui vengono tolti i tappi per imbarcare acqua e rendere più difficile la prova di velocità) ai percorsi di equilibrio sui materassini fino allo slalom tra le boe con i canotti e naturalmente i giochi con la palla e con i salvagenti, che si svolgeranno sotto lo sguardo vigile di personale di soccorso qualificato.
Due grandi classici che non potranno certo mancare accanto ai nuovi giochi saranno il percorso di regolarità, da completare portando in equilibrio un vassoio riempito da vari oggetti e un bicchiere d’acqua senza rovesciarli e la prova di riempimento di un mega contenitore da compiere per mezzo di due secchi, con i due concorrenti, distanti 3 metri uno dall’altro, in equilibrio sui materassini e legati da una corda. Tempo massimo: 2 minuti. Immancabile anche la prova di recupero dei cerchietti posti sott’acqua.
La classifica finale verrà stilata in base al piazzamento delle squadre partecipanti, una in rappresentanza di ciascun rione, composte ognuna da 5 bambini. Ad ogni gioco verrà attribuito un punteggio che, sommato a quelli di tutti i singoli giochi, determinerà la classifica finale.
Le iscrizioni, gratuite, sono già aperte direttamente presso lo stabilimento balneare Sirena.

La prova si inserisce nell’ambito del Palio dei Rioni, la popolare manifestazione annuale promossa dal Comitato Trieste in Palio che intende rivitalizzare i quartieri cittadini (impegnati durante tutto il corso dell’anno a sfidarsi in svariate discipline per aggiudicarsi la vittoria finale e l’ambito Palio di Trieste).
Il Palio dei Rioni promosso dal Comitato Trieste in Palio presieduto da Roberto de Gioia anno dopo anno sta ottenendo un sempre più ampio gradimento da parte dei cittadini che, nell’ambito della manifestazione, hanno l’occasione di misurarsi in molteplici attività e, conquistando punti per il proprio rione, riscoprire il valore dell’antico blasone dell’area in cui abitano e vivono.
“Il Palio – ha spiegato de Gioia – mira a mettere in competizione i Rioni di Trieste in diverse attività e discipline sportive, ricreative e culturali, al fine di promuovere il rapporto e la socializzazione tra le persone e la sua natura è proprio quella di rivolgersi a cittadini di tutte le età e di entrambi i sessi che sono usualmente esclusi da eventi riservati a tesserati e atleti agonisti”.

1.070