Bearzi

Trieste: Scienze+Fiction 2014, il programma – 29 ott/3 nov

TS+F14 MANIFESTOFabbricare un Festival è un lavoro a ciclo continuo, in cui ad ogni
edizione si gettano le basi per quella successiva. Poi, a poche
settimane dalla messa in scena, i tasselli cominciano a incastrarsi
come tetramini, e procedono a velocità sempre più intensa, fino alla
data dell’inaugurazione. Il Trieste Science+Fiction Festival ha fatto
di questa pratica la sua filosofia: perché una manifestazione come
la nostra vive e respira dell’aria del momento, e pulsa assieme al
proprio pubblico nella ricerca e nelle attese.
Il Festival, reso frizzante dalla presenza di ospiti internazionali, si
conferma anche quest’anno luogo di culto offrendo una selezione
dei migliori film inediti di science fiction, fantasy e horror
provenienti dai cinque continenti. La sezione “corti” apre le porte ai
film-makers del futuro, mentre lo spazio riservato alle produzioni
nazionali rappresenta lo stato dell’arte nel nostro paese, e gli incontri
di futurologia intrecciano contenuti scientifici e racconti del mondo
di domani.
I topics affrontati sono quelli canonici, e non deluderanno gli
appassionati del genere: alieni e creature, zombie e mutanti,
ultracorpi e robot, viaggi nel tempo e nello spazio, l’apocalisse…
Per non perdere il legame con i classici e con la tradizione, c’è spazio
per due omaggi: quello a Mario Bava, maestro del fantastico italiano,
nel centenario della nascita e quello ad Alejandro Jodorowsky,
ospite d’onore di quest’anno.
Nel clima festoso dei giorni che circondano Halloween, apriamo
nuovamente le porte e diamo il benvenuto al nostro fantapubblico
di fronte al grande spettacolo della vita, della scienza, del sogno e
del mistero.
Per sei giorni e sei notti, ancora una volta, Trieste è Fantascienza.

 

 

MERCOLEDI’ 29 – Sala tripcovich

17.3O/ evento speciale
IS THE MAN WHO IS TALL HAPPY?
di Michel Gondry, con Noam Chomsky, Michel Gondry
Francia, 2013, 88’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Michel Gondry, il geniale autore di Eternal Sunshine of the Spotless
Mind, illustra le teorie di Noam Chomsky in un documentario di
animazione dove la creatività e l’immaginazione del regista sono al
servizio del rigore intellettuale del linguista. Il dialogo con Chomsky
– vivace, talvolta tortuoso, spesso toccante e sempre molto umano
– è visualizzato nel flusso naturale dell’animazione soggettiva di
Gondry.

20.3O / neon / asteroide / film di apertura
predestination
di Michael Spierig + Peter Spierig, con Ethan Hawke, Noah Taylor
Canada, 2014, 106’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Una delle grandi anteprime del Trieste Science+Fiction,
Predestination, il film dei gemelli Spierig, racconta la vita di
un agente, magistralmente interpretato da Ethan Hawke,
all’inseguimento di un criminale sfuggitogli nel tempo.
Entusiasmanti e paradossali viaggi nel tempo per salvare migliaia
di vite messe in pericolo dai piani di un folle assassino. Tratto da
All You Zombies… del leggendario Robert A. Heinlein.

22.3O / festa di apertura – al miela
la notte degli ultracorpi 3.O
Toa Mata band live
+ electrosacher dj set
La Toa Mata Band è un gruppo di musica elettronica di otto
elementi. Nulla di speciale per un festival della fantascienza, se
non fosse che i musicisti sono dei robot giocattolo.
Che la festa abbia inizio!

Ingresso gratuito ad invito.
Per informazioni: scienceplusfiction.org/notte-degli-ultracorpi

 

GIOVEDI’ 30

15.OO / neon / asteroide
2030 [nuoc]
di Nghiem-Minh Nguyen-Vo, con Sao Quynh Hoa, Giang Quy Binh
Vietnam, 2014, 98’, col., DCP – v.o. vietnamita s/t italiano + inglese
Vietnam 2030, il livello dell’acqua è aumentato a tal punto da
sommergere ogni cosa. Le persone vivono in case galleggianti e le
multinazionali si sfidano per costruire piantagioni sull’acqua. Nuoc
racconta la storia di una donna e del suo viaggio per conoscere la
verità sulla morte del marito. Durante questa ricerca scopre che le
piantagioni celano l’impiego di tecnologie di ingegneria genetica
che potrebbero avere ripercussioni pericolose sulla salute. Film di
apertura della sezione Panorama alla Berlinale 64.

17.00 / neon / asteroide + Méliès d’argent
nymph* [mamula]
di Milan Todorovi?, con Franco Nero, Kristina Klebe, Natalie Burn
Serbia, 2014, 94’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Due giovani americane in viaggio su un’isola del Montenegro
s’imbattono in un antico e abbandonato forte, tana marina di
una sirena assassina. Rapidamente la loro vacanza si trasformerà
in un terribile incubo.Delle belle e discinte ragazze che si
crogiolavano sotto il sole del Mediterraneo presto non rimarrà
altro che corpi smembrati. Il registra di Zone of the Dead ritona a
Trieste con il suo secondo film interpretato da Franco Nero.

 

2O.OO / neon / Méliès d’argent
open windows* di Nacho Vigalondo, con Elijah Wood, Sasha Grey, Neil Maskell
Spagna, 2014, 100’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Nick è un ragazzo fortunato. Jill Goddard, la più eccitante attrice
sulla terra, sta promuovendo il suo ultimo film e Nick ha vinto
come primo premio di un concorso on-line una cena con lei.
Ma sul più bello una telefonata di un certo Chord lo informa che
l’appuntamento è stato cancellato. Una terribile verità viene pian
piano a galla, rivelando che tutto è stato organizzato da Chord e
che Nick è solo un ingranaggio di un piano ben più grande. Un
thriller 2.0, La finestra sul cortile dell’era digitale.

 

22.15 / neon / asteroide
HONEYMOON
di Leigh Janiak, con Rose Leslie, Harry Treadaway, Ben Huber
USA, 2014, 87’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
I novelli sposi Paul e Bea partono in luna di miele. La meta è un
lago isolato, dove li aspetta un appartato e romantico idillio. Ma,
poco dopo l’arrivo, Paul scopre Bea vagare disorientata nel mezzo
della notte. Man mano che il suo comportamento si fa più strano,
Paul comincia a sospettare che quanto accaduto nel bosco sia più
inquietante di un semplice episodio di sonnambulismo. Fagioloni
alla riscossa.

 

*ospiti del giorno
Sasha Grey – La ventiseienne californiana, protagonista
di The Girlfriend Experience, Smash Cut e The Scribbler
presenta a Trieste il suo ultimo film, Open Windows. Ex attrice
a luci rosse, modella, deejay, icona della cultura pop degli anni
Duemila.
Milan Todorovi? – Regista e produttore. Ha
presentato al nostro festival il primo zombie-movie nella storia
del cinema serbo, Zone of the Dead, e ora torna con Nymph,
con protagonista una creatura fantastica. Viene accompagnato
dalla sirena assassina Zorana Kosti? Obradovi?.

2O.3O / Evento speciale al miela
hard to be a god
[TRUDNO BYT’ BOGOM]
di Aleksei Guerman, con Leonid Yarmolnik, Jury Tsurilo, Natalia Moteva
Russia, 2013, 170’, b&w, DCP – v.o. russo s/t italiano
“È probabilmente difficile essere un Dio ma è altrettanto difficile
essere uno spettatore, di fronte a questo terrorizzante film di
Guerman”. Con queste parole Umberto Eco ha introdotto l’opera
postuma del grande autore russo Aleksei Guerman, Hard to be
a God, tratto dall’omonimo romanzo fantascientifico di culto dei
fratelli Strugatsky.

 

VENERDI’ 31

15.00 / neon / asteroide
time lapse
di Bradley King, con Danielle Panabaker, Matt Oleary, George Finn
USA, 2014, 103’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
In un tranquillo condominio l’ordinaria e quieta vita di tre
coinquilini ventenni viene irrimediabilmente stravolta dalla
scoperta della morte di uno scienziato, loro vicino di casa.
Nella sua casa il gruppo di ragazzi scopre una macchina
fotografica che scatta polaroid del futuro.
Indie americano che sta riscuotendo successo nei festival
di tutto il mondo.

17.00 / Urania d’argento
JODOROWSKY’S DUNE*
di Frank Pavich, con Alejandro Jodorowsky, Michel Seydoux
USA, 2013, 90’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Il film più folle mai ideato! Si entri nel fantastico, incredibile,
delirante mondo di Alejandro Jodorowsky e del suo progetto per
realizzare un adattamento cinematografico di Dune, il capolavoro
di Frank Herbert. Mick Jagger, Orson Welles, Salavador Dalì,
Moebius, Giger, Pink Floyd, Mike Olfield sono solo alcuni dei
mancati protagonisti della pellicola che avrebbe cambiato il
cinema per sempre.

2O.OO / urania d’argento
urania a Alejandro Jodorowsky* Ad Alejandro Jodorowsky, il mitico autore de La montagna sacra
e El Topo, il Festival della Fantascienza di Trieste consegnerà il
premio alla Carriera Urania d’Argento.
Illustri predecessori ne sono già stati insigniti: Pupi Avati (2002),
Dario Argento (2003), Jimmy Sangster (2004), Lamberto Bava
(2005), Enki Bilal e Terry Gilliam (2006), Joe Dante (2007), Ray
Harryhausen (2008), Roger Corman e Christopher Lee (2009),
George A. Romero (2011), Alfredo Castelli (2012) e Gabriele
Salvatores (2013)

a seguire

Conferenza/spettacolo nella tradizione del celebre Cabaret
Mystique di Alejandro Jodorowsky. Lo spettacolo in lingua spagnola
tradotto in italiano è da intendersi come un’introduzione al suo
ultimo film La Danza de la Realidad, ennesima, sorprendente
esperienza esistenziale che sarà proiettato al termine dello
spettacolo.

 

00.OO/ sci-fi classix
the texas chainsaw massacre
di Tobe Hooper, con Marilyn Burns, Allen Danzinger, Paul A. Partain
USA, 1974, 84’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
La motosega più famosa e iconica della storia del cinema, una
maschera di pelle umana e un grembiule di cuoio. Cinque ragazzi
americani si perdono nel profondo Texas per non ritrovarsi mai
più. Ritorna a quarant’anni dalla sua prima uscita il capolavoro di
Tobe Hooper. Siete tutti invitati a cena da Leatherface… Sarete
ospiti squisiti!

*ospiti del giorno
Alejandro Jodorowsky – Figlio di una famiglia di
ebrei russi emigrata in Sudamerica, nasce in Cile nel 1929.
Diventa clown e burattinaio prima di emigrare in Francia negli
anni ’50. A Parigi fonda il movimento Panico con Roland Topor
e Fernando Arrabal. Scrittore, fumettista, saggista, drammaturgo,
regista teatrale, poeta e cineasta, firma nel corso della sua carriera
7 lungometraggi.
frank pavich – Regista croato-americano autore del
documentario musicale N.Y.H.C. e Jodorowsky’s Dune, presentato
a Cannes nella Quinzaine des Realizateurs nel 2013.

18.OO / omaggio a mario bava – al miela
mario bava: operazione paura
Italia, 2014, 58’, col., HD – v.o. italiano
di Gabriele Acerbo, Roberto Pisoni
+ incontro mario bava 100
Joe Dante, Dario Argento, Roger Corman, Dino de Laurentiis,
John Landis, Christopher Lee, Mario Monicelli, Ennio Morricone
e Quentin Tarantino sono solo alcuni nomi degli autori che
ripercorrono in questo documentario la carriera di Mario Bava.
Non sullo schermo ma sul palco del Teatro Miela saranno ospiti
invece Lamberto Bava, Gabriele Acerbo, Carlos Aguilar e Lorenzo
Codelli per celebrare i cent’anni di questo grande autore.

2O.3O / omaggio a mario bava – al miela
cani arrabbiati
di Mario Bava, con Riccardo Cucciolla, Don Backy, Lea Lander
Italia, 1974, 96’, col., HD – v.o. italiano s/t inglese
Feroce storia di sequestro di persona e tortura psicologica, Cani
arrabbiati racconta di una banda di criminali che, fallita una
rapina, prendono in ostaggio una donna, un uomo e un bambino
malato, e si imbarcano in una fuga carica di tensione. Girato a
metà degli anni ’70, per decenni fu considerato un film perduto
finché i produttori Alfredo Leone e Lamberto Bava, regista e figlio
di Mario, ottenuto il girato, hanno reso fruibile il progetto a lungo
abbandonato.

22.30 / omaggio a mario bava – al miela
la maschera del demonio
di Mario Bava, con Barbara Steele, John Richardson, Andrea Checchi
Italia, 1960, 86’, b&w, 35mm – v.o. italiano
In occasione del centenario della nascita del regista Mario Bava,
omaggiamo il geniale maestro con il suo esordio alla regia, il film
che ha inaugurato il gotico italiano e viene ancora considerato
come uno dei più alti esempi del cinema horror dell’epoca. Storia di
necrofilia imperniata di sessualità femminile come sfida all’ordine
e alla repressione, con protagonista la strega Asa, interpretata dalla
mitica Barbara Steele.

 

 

SABATO 1 NOVEMBRE

14.3O / shorts méliès
fantastic shorts
durata complessiva: 117’
Ci siamo spinti ai confini dell’universo, guidati dall’insaziabile
sete di sapere che attanaglia ogni viaggiatore. Abbiamo
guardato per voi in ogni interstizio spaziale e dipanato ogni
possibile trama temporale, osservando i titani lottare tra loro e
i giganti scomparire nell’etere e ci siamo meravigliati di fronte
all’infinitamente piccolo, per giungere qui, dove ogni battito di
ciglia ha l’estensione di una vita. Ora ci siete anche voi. State per
incontrarne otto, tutti differenti tra loro.

17.30 / neon / asteroide
COHERENCE
di James Ward Byrkit, con Hugo Armstrong, Nicholas Brendon, Emily Foxler
USA, 2013, 89’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Metti una sera a cena… Un’anomalia astronomica, il passaggio
di una cometa, otto amici riunitisi per una serata conviviale…
Buon cibo, ottimo vino, quattro chiacchiere in allegria e…
Piano piano, il mondo muta attorno a loro e la realtà inizia a
estroflettersi davanti ai loro occhi come un lupo yuzniano.
Per gli amanti del Tardis.

 

20.00 / neon / méliès d’argent
witching & bitching
[LAS BRUJAS DE ZUGARRAMURDI]
di Álex de la Iglesia, con Hugo Silva, Mario Casas, Carmen Maura
Spagna, Francia 2013, 112’, col., DCP – v.o. spagnolo s/t italiano
Un gruppo di ladri disperati, capitanati da un padre single travestito
da Gesù e perseguitato dall’ex moglie nevrotica, si ritrova – dopo
aver derubato un banco oro – nelle grinfie di una comunità di
affamate streghe basche, pronte a sacrificarli per compiere degli
antichi rituali. Irriverente fanta-commedia vincitrice di 9 premi
Goya, gli oscar spagnoli, dal regista di Acción mutante e Crimen
perfecto. Uscirà in Italia come Le streghe son tornate.

22.15 / neon / asteroide
EXTRATERRESTRIAL* di Colin Minihan, con Brittany Allen, Freddie Stroma, Melanie Papalla
Canada, 2014, 106’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
April ritorna con un gruppo di amici nella casa vacanza dove
aveva trascorso delle meravigliose estati quand’era bambina.
Ma la vacanza prende una piega terrificante quando una sfera
infuocata discende dal cielo ed esplode tra gli alberi. Guidato
dal fidanzato della protagonista, il gruppo si avventura verso il
luogo dell’impatto e scopre i resti di una navicella extraterrestre,
assieme ad alcune impronte decisamente non umane.

00.30 / neon / méliès d’argent
reality
di Quentin Dupieux, con Alain Chabat, Jonathan Lambert
Francia/Belgio, 2014, 87’, col., DCP – v.o. inglese e francese s/t italiano
Jason, un tranquillo cameraman, sogna di dirigere il suo primo film
horror. Bob Marshal, un ricco produttore, accetta di finanziare il
suo progetto, ma ad una condizione: Jason avrà 48 ore per trovare
l’“urlo perfetto” nella storia del cinema. Dopo Rubber, il film sullo
pneumaico assassino, Reality ci propone il nuovo delirio dalla
fervida immaginazione di Quentin Depieux, meglio conosciuto
negli ambienti della musica elettronica come Mr. Oizo.

15.OO / spazio italia – al miela
la zuppa del demonio
Italia, 2014, 78’, col., DCP – v.o. italiano
di Davide Ferrario
La zuppa del demonio prende il titolo da una frase utilizzata da
Dino Buzzati, una metafora per descrivere l’utopia del progresso
industriale e tecnologico percepito come soluzione ai problemi
dell’umanità. Il film documentario è un nostalgico excursus
attraverso i materiali dell’Archivio Nazionale del Cinema
d’Impresa accompagnato dalle frasi e i pensieri di alcuni dei più
importanti intellettuali del secolo scorso, come Primo Levi, Pier
Paolo Pasolini e Filippo Tommaso Marinetti.

17.OO / spazio italia – al miela
spazio corti
durata complessiva: 96’
Sulla polvere dei minuti si stagliavano orgogliosi nella loro
maestosità. Con fatica, sono risaliti dall’abisso del possibile
nel quale erano relegati, facendosi largo in quel denso brodo
primordiale dal quale provengono tutte le forme di vita.
Il marasma caotico è deflagrato nel buio cogliendoci impreparati
e lasciandoci allibiti di fronte all’ovvio: sono l’origine della specie.
Prima della loro comparsa il nulla. Grazie a loro, lo spazio corto è
saturo, e il suo bisogno di equilibrio appagato.

18.30 / spazio italia – al miela
ultima chiamata
Italia, 2013, 90’, col., HD – v.o. italiano e inglese s/t italiano
di Enrico Cerasuolo, con Dennis Meadows, Jorgen Randers
La premiata opera di Enrico Cerasuolo racconta, supportata
da uno straordinario materiale d’archivio, la storia dell’ascesa,
caduta e rinascita di uno dei libri ambientalisti più controversi e
stimolanti di tutti i tempi, The Limits to Growth. Testo pubblicato
oltre 40 anni fa che profeticamente ci metteva in guardia sui
pericoli della crescita economica e industriale del nostro pianeta.
alla presenza del regista

2O.3O / spazio italia / méliès d’argent – al miela
index zero
Italia, 2014, 90’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
di Lorenzo Sportiello, con Simon Merrells, Ana Ularu, Antonia Liskova
2035. Un uomo e una donna cercano di entrare illegalmente
negli Stati Uniti d’Europa per dare un futuro al figlio in arrivo. Ma
negli S.U.E ad ogni cittadino è associato un indice di sostenibilità
e una donna incinta non rientra negli standard e deve quindi
essere espulsa. Il promettente esordio di Lorenzo Sportiello è un
film di fantascienza distopica con cast e ambizioni internazionali
selezionato al recente Festival del Cinema di Roma.

22.30 / spazio italia – al miela
2047 – SIGHTS OF DEATH
Italia, 2014, 85’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
di Alessandro Capone, con Danny Glover, Daryl Hannah, Rutger Hauer
2047. Il pianeta è governato da un confederato centrale che attua
una politica di controllo repressiva. Ryan, un agente dei ribelli,
viene inviato in missione allo scopo di raccogliere delle prove con
cui inchiodare l’ala militare al potere. Cast all stars, sentito omaggio
all’action movie anni ’80 che conta tra le sue file alcuni dei volti più
celebri di questo genere come Rutger Hauer, Daryl Hannah, Danny
Glover, Michael Madsen e Stephen Baldwin.

10.3O / space kids – all’Ariston
E.T. L’EXTRATERRESTRE
di Steven Spielberg – USA, 1982, 115’ – ingresso gratuito
Un piccolo alieno viene accidentalmente abbandonato sulla
Terra dalla sua astronave. Il rapporto con Elliott, il ragazzino
che lo scopre e lo aiuta a tornare sul suo pianeta, si trasforma,
dalla reciproca diffidenza iniziale, in una commovente
amicizia, attraverso la scoperta e l’accettazione della “diversità”.
DOMENICA 2 NOVEMBRE

14.OO / neon / asteroide + méliès d’argent
Robot Overlords
di Jon Wright, con Ben Kingsley, Gillian Anderson, Callan McAuliffe
GB, 2014, 88’, col., DPC – v.o. inglese s/t italiano
Da Jon Wright, regista diGrabbers – pellicola “alcolica” per
eccellenza e premio del pubblico alla dodicesima edizione del
Trieste Science+Fiction – il primo capitolo di una trilogia dedicata
a un pubblico teen in cui i protagonisti dovranno vedersela contro
giganteschi robot provenienti da un’altra galassia. Interpretato da
Ben Kingsley e Gillian Anderson.

16.OO / neon / asteroide
EARTH TO ECHO
di Dave Green, con Teo Halm, Brian “Astro” Bradley, Reese Hartwig
USA, 2014, 89’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Las Vegas, tre ragazzini tristi a causa del trasferimento delle
proprie famiglie in città diverse vivono la loro ultima avventura.
Incuriositi da strani e inspiegabili fenomeni elettrici decidono di
prendere le loro biciclette e investigare, recandosi nel deserto da
dove sembrano provenire i disturbi. Fra dei rottami extraterrestri
troveranno qualcosa che vuole ritornare a casa.

 

18.00 / neon / méliès d’argent
The last days on Mars
di Ruairi Robinson, con Elias Koteas, Liev Schreiber, Romola Garai
GB, 2013, 91’, col., HD – v.o. inglese s/t italiano
Marte, ultimo giorno della prima missione umana, un membro
dell’equipaggio della base Tantalus scopre l’esistenza di batteri fossili
sul pianeta. Avventurandosi in una spedizione non autorizzata
per raccogliere ulteriori campioni, lo scienziato rimarrà vittima di
una trappola mortale quando il terreno crollerà sotto i suoi piedi.
Durante i tentativi di soccorso gli altri membri dell’equipaggio
trovano ben più che semplici tracce di forme di vita batterica.
George ne sarebbe fiero!

20.00 / neon
cerimonia di premiazione
Il premio Asteroide 2014, creazione dell’artista triestino Davide
Comelli, verrà assegnato al miglior lungometraggio internazionale
di genere science fiction o fantasy dalla giuria internazionale,
composta da Enzo G. Castellari, Daniel Cohen e Tomaž Horvat.
La giuria Méliès, composta quest’anno da Lorenzo Bianchini,
Leopoldo Santovincenzo e Lorenzo Von Lorch, eleggerà il miglior
film europeo di genere fantastico che andrà a competere con i
film premiati degli altri festival della E.F.F.F.F. per aggiudicarsi il
Méliès d’Or. E poi c’è l’imperdibile premio del pubblico…

a seguire / neon / film di chiusura
THESE FINAL HOURS
di Zak Hilditch, con Nathan Phillips, Angourie Rice, Jessica de Gouw
Australia, 2014, 84’, col., DCP – v.o. inglese s/t italiano
Ultimo giorno sulla Terra: tra dodici ore una catastrofe metterà
fine al mondo così come lo conosciamo. James si dirige alla
festa che porrà fine a tutte le feste attraversando una città fuori
controllo. Lungo il percorso salva la vita a una ragazzina di
nome Rose, alla disperata ricerca di suo padre. Di fronte a questa
inattesa responsabilità James è costretto a chiedersi che cosa sia
veramente importante nella vita.

22.3O/ neon
abcs of death 2
di AA.VV.
USA, 2014, 125’, col., DCP – v.o. s/t italiano + inglese
Sequel della più ambiziosa antologia cinematografica mai
realizzata. Ciascuno dei 26 registi coinvolti – tra i massimi talenti
a livello mondiale del cinema contemporaneo – dirige uno dei
26 capitoli individuali, libero di scegliere una parola – che inizia
con la lettera a lui assegnata – per creare una storia dedicata alla
morte. Provocante, scioccante e divertente,ABCs of Death 2 è una
nuova e terrificante versione dell’alfabeto dell’orrore.

14.3O / spazio italia – al miela
spazio web
Italia, 2014, durata complessiva: 180’, col., HD – v.o. italiano s/t inglese
Spazio Italia apre le porte al mondo del fantastico italiano
prodotto e pensato per il web e la televisione. Sarà questa
l’occasione di conoscere:
F*ck the Zombies!, l’anteprima di una delle webseries più attese
dagli internauti di Daniele Barbiero; il nuovo progetto di Lorenzo
Bianchini Sidera; Under – The Series di Ivan Silvestrini che dà
vita al romanzo di Giulia Gubellini; la prima puntata di Vera Bes,
l’affascinante cacciatrice di sogni ideata da Francesco Mazza e
Riccardo Milanese; un episodio inedito di Blackout The Series di
Davide Valovao. Janet de Nardis, direttrice del Roma Web Festival,
presenterà al pubblico triestino gli autori.
Come eventi speciali due prodotti legati al mondo Bonelli: Vittima
degli eventi, il fan film dedicato a Dylan Dog dagli autori delle
webseries di culto Freaks! e del collettivo The Pills, interamente
finanziato tramite crowdfounding e l’anteprima della motion
comics series di Orfani, in cui le pagine del celebre fumetto di
Roberto Recchioni e Emiliano Mammuccari prendono vita.
Interverranno Gloria Giorgianni (Under the series), Daniele Barbiero (F*ck
the Zombies), Riccardo Milani (Vera Bes), Lorenzo Bianchini (Sidera),
Davide Valovao (Blackout), Valerio Di Benedetto (Vittima degli eventi)
ingresso gratuito

18.30 / extra – al miela
cinematic labyrinths
di The Kissinger Twins, 90’, inglese
La coppia di registi polacchi The Kissinger Twins rappresenta la
nuova frontiera della narrazione cinematografica: interattiva e
basata sul web. Nel corso della presentazione, gli autori illustrano
l’idea dei “labirinti cinematografici” conducendo attivamente il
pubblico in un coinvolgente viaggio all’interno dei loro progetti.
“I Have Seen the Future of Hollywood and It’s from Poland” come
commenta Ernie Schenck, uno dei più famosi creative director
del mondo. ingresso gratuito

LUNEDI’ 3 NOVEMBRE

dalle ore 11.OO
la giornata dei vincitori
Giornata finale del Trieste Science+Fiction 2014.
Tutti i film premiati e qualche sorpresa, ancora una volta, solo per voi.
ore 11.00 – Is The Man Who Is Tall Happy? di Michel Gondry
ore 15.00 – premio Méliès d’Argent
ore 17.00 – premio del pubblico
ore 19.00 – premio Asteroide e short premio Méliès d’Argent
ore 21.00 – premio Nocturno

 

facebook
516