Trieste: si spacciano per poliziotti e rubano 3000 euro

Sono giunte al 113 e a più Uffici della Polizia di Stato presenti in provincia di Trieste segnalazioni di persone che, spacciandosi per poliziotti e indossando anche giubbotti catarifrangenti, cercano di entrare nelle abitazioni. La Questura invita tutta la cittadinanza, in particolare le persone che vivono da sole e anziane, a telefonare tempestivamente al 113 in presenza di situazioni anomale che potrebbero rappresentare dei tentativi di truffa, architettate con l’utilizzo di disdicevoli raggiri che molto spesso fanno leva sui sentimenti e sulla sensibilità umana. L’ultimo episodio risale a ieri mattina, quando due uomini sono penetrati all’interno di un appartamento di via Conti usando delle chiavi o qualche attrezzo in grado di aprire la porta blindata, che non presentava forzature, e hanno prelevato da un cassetto nella camera da letto circa tremila euro in diversi tagli. Mentre stavano lasciando l’appartamento è rientrata la proprietaria e, senza destare sospetto, le hanno detto di essere poliziotti, di essere intervenuti per il furto avvenuto in casa e di avere già arrestato i ladri. L’episodio é stato succesivamente segnalato alla Polizia, che si è attivata con le indagini.

facebook
545