TURISMO: LONELY PLANET – FVG, UNA PARTNERSHIP DI SUCCESSO

Trieste, 11 ott – Un progetto crossmediale, per un nuovo tipo
di collaborazione e promozione tra il Friuli Venezia Giulia e la
prestigiosa casa editrice Lonely Planet, si è chiuso con un altro
successo. L’iniziativa, voluta per concludere un anno di
promozione dell’inserimento delle zone vinicole del Friuli
Venezia Giulia nella classifica di Best in Travel 2016, ha
prodotto più di 23.500 download e oltre 50.000 accessi alla
pagina di promozione dell’iniziativa. Ottimi anche i numeri per i
social: i profili di Lonely Planet Italia registrano 351.000
persone raggiunte complessivamente su Facebook e 51.000
visualizzazioni su Twitter, ma anche i profili internazionali
della casa editrice, come Lonely Planet Deutschland e France su
Facebook e Lonely Planet International su Twitter, comunicano in
particolare l’evento Barcolana ai propri seguaci, raggiungendo
potenzialmente un pubblico di oltre 4 milioni di persone.

“Numeri importanti che sottolineano come la ricerca di
partnership innovative in occasione di grandi eventi legati alla
promozione del territorio venga premiata anche dal grande
pubblico” ha evidenziato l’assessore alle Attività produttive,
Sergio Bolzonello.

L’iniziativa è frutto di un accordo tra la casa editrice in
Italia e PromoTurismoFVG che prevedeva la possibilità di
scaricare gratuitamente per tutta la durata di Pordenonelegge
(14-18 settembre) e della Barcolana (30 settembre-9 ottobre) la
guida sulla regione realizzata nel 2014. Il progetto di
comunicazione integrata crossmediale ha visto coinvolti media e
profili social, attori sul territorio e la realizzazione di
supporti visivi (vele, qr code, volantini, etc) durante entrambe
le manifestazioni. L’operazione si è conclusa con la presenza di
giornalisti e opinion maker sull’imbarcazione personalizzata
Lonely Planet e Friuli Venezia Giulia ormeggiata sulle Rive del
Villaggio Barcolana di Trieste.

“Questo è un ulteriore sviluppo positivo frutto di un sodalizio
pluriennale che, partendo dalla creazione della guida, passando
da progetti di comunicazione innovativa e il riconoscimento del
Friuli Venezia Giulia come destinazione di rilievo a livello
internazionale, è approdato al risultato di questi giorni. Questi
numeri premiano un sistema e le nostre terre ed è pertanto
fondamentale puntare su nuovi linguaggi, media e strumenti a
supporto degli operatori del territorio – ha aggiunto Bolzonello.
Il piano operativo di PromoTurismoFVG orienta le sue scelte
strategiche anche in funzione dei trend del mondo della
comunicazione legati al settore turistico. E’ fondamentale non
farci cogliere impreparati”.

Pubblicata nel dicembre 2014, la guida Friuli Venezia Giulia
racconta la regione in ogni sua area, dedicando ampio spazio
all’enogastronomia, alle attività praticabili, alla storia e alla
cultura del territorio, alle bellezze della natura e ai
capolavori dell’arte – oltre, naturalmente, ai principali eventi.
Scritta da Luigi Farrauto dopo mesi di ricerche sul campo, che
hanno coinvolto anche la communità social grazie all’hashtag
#FVGLP, offre in 300 pagine il necessario per un viaggio fra i
quattro capoluoghi e le bellezze regionali, dal mare alla Carnia,
dai Magredi al Carso, il tutto nel consueto stile Lonely Planet:
diretto e preciso.
La guida Best in Travel, tradotta in cinque lingue e attesissima
in tutto il mondo, ogni anno stila tre classifiche principali
(nazioni, regioni, città), più altre top ten tematiche che
elencano i luoghi imperdibili per l’anno di pubblicazione. Le
zone vinicole del FVG sono state riconosciute come destinazione
“Best in Travel 2016” a livello mondiale all’interno della
classifica delle regioni.
ARC/com

Powered by WPeMatico

633