Bearzi

Turisti italiani bloccati in aeroporto nel caos egiziano

Un centinaio di turisti italiani – tra i quali una trentina di bambini, uno dei quali handicappato – sono bloccati da questa mattina all’aeroporto di Sharm el Sheikh in attesa di imbarcarsi per tornare in Italia. I turisti – tutti provenienti dal Nord Italia – raggiunti telefonicamente hanno raccontato di essere giunti in aeroporto molto presto questa mattina per prendere il volo delle 9:30 per Bologna ma che l’aereo non e’ mai arrivato per questioni amministrative. Della vicenda e’ stata informata l’Unita’ di crisi della Farnesina con il Console Onorario che segue da vicino la vicenda fornendo assistenza e che ha fatto sapere che i turisti stanotte saranno sistemati in un albergo e domani dovrebbero poter ripartire. ”Ci tengono bloccati e non ci lasciano uscire dall’ aeroporto – ha detto al telefono Stefano Mecchia, del Friuli Venezia Giulia – da questa mattina ci hanno dato da mangiare soltanto un pezzo di pizza e da bere una bottiglia d’acqua. I bagni sono in condizioni impossibili. Anche gli egiziani sono imbarazzati ma sembra che il problema sia dovuto al tour operator”. I turisti hanno riferito di essere molto spaventati anche per la situazione politica e sociale in evoluzione in Egitto  ‘Il dolo e’ un guasto tecnico- operativo della compagnia, che dovra’ darci spiegazioni”. E’ il parere di Quirino Falessi, direttore commerciale di ‘Viaggi del Turchese’, il tour operator con il quale ha viaggiato il gruppo di turisti italiani bloccati all’aeroporto di Sharm el Sheikh per l’ assenza dell’aereo che doveva riportarli in Italia. ”Forse la compagnia aerea ha avuto un problema tecnico su un aeromobile e a volte accadono difficolta’ per schedulare un aereo, di due in due ore viene rimandato il volo pensando di risolvere il problema”, aggiunge Falessi. ”Probabilmente – indica – la compagnia, la Air Cairo, non e’ riuscita a riparare il guasto e non aveva a disposizione un altro aeromobile. Ho saputo – conclude – che la compagnia stessa sta portando i turisti in albergo”.

I turisti, raggiunti telefonicamente, hanno reso noto che, grazie soprattutto all’ intervento della Farnesina e della console sul posto, Faisa Frigido, il gruppo sta lasciando l’aeroporto di Sharm el Sheikh per essere sistemato in un albergo. Il volo di ritorno dovrebbe essere previsto per domani mattina. Il gruppo e’ composto di persone provenienti da varie regioni del Nord Italia; alcuni sono del Friuli Venezia Giulia. Era partito lunedi’ scorso da Bologna.

facebook

Lascia un commento

524