Bearzi

Udine: 3 milioni di social bond “universitari” piazzati il primo giorno – Lo 0,5% destinato all’Ateneo

Udine, 23 novembre 2012 – Il Banco di Brescia procede alla chiusura anticipata del periodo di offerta del social bond i cui proventi saranno in parte devoluti a titolo di liberalità all’Università di Udine, in quanto le adesioni hanno raggiunto l’ammontare massimo nominale di 3 milioni di euro. Lo 0,50 per cento dell’ammontare nominale collocato delle obbligazioni sarà devoluto dal Banco di Brescia all’Ateneo friulano che lo destinerà al co-finanziamento di un assegno di ricerca annuale. L’Università di Udine sarà così il primo ateneo italiano a finanziare attività di supporto alla ricerca scientifica grazie a una quota dei fondi ricavati da un social bond intitolato all’Ateneo.

Il prestito obbligazionario, lanciato giovedì 22 novembre, è stato collocato in una sola giornata. «Apprendo con grande soddisfazione – afferma il rettore Cristiana Compagno – che in poche ore i bond intitolati all’Università di Udine emessi dal Banco di Brescia sono stati collocati. Un risultato importante che attesta ancora una volta lo stretto connubio tra l’Università del Friuli e il suo territorio. Il ringraziamento dell’Ateneo va a tutti quei cittadini che sottoscrivendo il social bond hanno voluto contribuire alla vita della nostra Università e al lavoro dei suoi giovani ricercatori. Auspico altresì un’intensificazione di queste forme innovative di liberalità a favore del sistema universitario in un momento di preoccupante calo del finanziamento pubblico agli atenei».

«Le richieste di sottoscrizione – sottolinea il direttore generale del Banco di Brescia, Roberto Tonizzo – hanno superato le più rosee aspettative e sono risultate molto numerose. Siamo decisamente soddisfatti del risultato raggiunto. I social bond sono in linea con l’aspettativa di un numero sempre crescente di risparmiatori di coniugare, nelle proprie scelte di investimento, obiettivi individuali e di interesse generale. Un’operazione importante – conclude Tonizzo – che testimonia la sensibilità dei clienti sottoscrittori e l’impegno del nostro Istituto a sostegno di progetti significativi che creano valore per la società».

facebook

Lascia un commento

321