Udine: a Bagnaria Arsa “Viva Onde Furlane” – 18 lug 2015

RADIONDEFURLANEÈ di nuovo tempo di Viva Onde Furlane. Per un verso è una buona notizia, perché l’evento che da alcuni anni è diventato un’occasione speciale di incontro tra la “radio libare dai furlans” e il suo pubblico si caratterizza per essere una bella festa di musica, di idee e di creatività. Per l’altro, però, si tratta dell’ennesima conferma di come l’emittente, che dal 1980 svolge una funzione di pubblico servizio di informazione e promozione culturale, debba sempre inventarsi qualcosa di nuovo per mantenersi “viva” e continuare ad interpretare il suo ruolo di coscienza critica, di motore identitario e di aggregatore multiculturale libero e indipendente.

La festa-concerto è in programma sabato 18 luglio a Bagnaria Arsa, presso il Parco ex Tiro a volo, che già da tempo ospita eventi del genere, soprattutto d’estate. Inizio ufficiale alle 21 con un ricco cartellone, che spazia dalla miscela di texmex e surf rock’n’roll dai Daisy Chain alle improvvisazioni vocali tra jazz e folk del trio Vociniconsuete e dal rock robusto e alternativo dei Volvodrivers all’hip hop cjargnel e internazionale dei Carnicats sino alla turbostaiare visionaria e intrisa di rock e blues proposta dai LaipNessLess, che recentemente hanno pubblicato il loro cd d’esordio Bestiis Forestis, disco numero 50 del catalogo di Musiche Furlane Fuarte, l’etichetta discografica nata nel 1999 proprio dall’esperienza di Onde Furlane.

Viva Onde Furlane offrirà al suo pubblico anche altre voci ed espressioni “furlanis” e “fuartis”, per più motivi vicine all’emittente, che trasmette sui 90 Mhz in gran parte del Friuli e sui 90.2 Mhz in Carnia e che si ascolta in tutto il mondo su internet all’indirizzo www.ondefurlane.eu. Si tratta dei Cjastrons, comunicatori creativi attualmente impegnati con Marco D’Agostini nella realizzazione della serie tv Friûl Revolution, la più recente produzione audiovisiva della cooperativa Informazione Friulana che della radio è l’editrice, e degli attori Federico Scridel e Michele Polo, tra l’altro autori e protagonisti, insieme a Leo Virgili, dello spettacolo Contis Tarondis, vincitore del premio Piccoli Palchi 2014/2015 dell’ERT, prodotto dall’associazione Lenghis dal Drâc – Amîs di Onde Furlane.

Proprio a questo sodalizio, nato per produrre cultura ed aggregazione e per creare occasioni di sostegno economico per l’attività della radio, si deve l’organizzazione dell’evento in programma sabato a Bagnaria Arsa, che si concluderà con il dj set curato dalla scoppiettante crew di Abrasive, che ogni martedì dalle 21.30 alle 23 diffonde suoni e attitudine punk e hc sulle frequenze di Onde Furlane.

Viva Onde Furlane si conferma anche quest’anno come una sorta vetrina dell’attività dell’emittente, della sua società editrice e di tutto quel mondo che partecipa all’azione quotidiana di produzione di informazione e cultura svolta da oltre 35 anni dalla “radio libare dai furlans”.

Tempo fa il pluripremiato poeta Pierluigi Cappello ricordava: «Onde Furlane ha una funzione fondamentale: di testimonianza, di resistenza e di moltiplicatore culturale. Se godesse di un sostegno economico proporzionale alla quantità di idee e di energie che produce e che aggrega, sarebbe ricchissima». Purtroppo tutto ciò che è e che fa Onde Furlane è sempre a rischio di ridimensionamento o addirittura di sparizione. Proprio per questa ragione è nata Viva Onde Furlane: perché Onde Furlane viva. E per questo tutti sono invitati a partecipare: ingresso libero e “ufierte obleade”.

A proposito di vita e di resistenza, quest’anno la festa-concerto si collega con il quinto Forum internazionale contro le Grandi opere inutili e imposte, che si tiene proprio a Bagnaria Arsa dal 17 al 19 luglio.

681