Udine: a Festintenda Quintorigo e altre sei band nel primo weekend – 9/10 mag 2015

festintenda (1)Il primo week end di Festintenda aprirà ufficialmente la kermesse all’insegna del revival e della musica sperimentale.

Venerdì saliranno sul palco “i Salici”, band originaria dell’estremo nord est Friulano, che traggono ispirazione dalle numerose influenze culturali che si intersecano in qual lembo di territorio e le fondono con il profondo rapporto che provano per la natura.Il risultato è una sapiente mescolanza di sonorità che passa dal psichedelico al jazz. I Salici iniziano, agli albori della propria vita artistica, con un progetto inerente alla musica medioevale, dedicandosi ad un’intensa attività concertistica, ed in seguito iniziano a inserire contaminazioni di numerosi altri generi, plasmando un ritmo unico ed inconfondibile. Archi, fiati, strumenti medievali che si intersecano con chitarre elettriche, effetti e percussioni. Le performance dal vivo spaziano da trascinanti ritmi rock a intensi momenti blues a sperimentazioni jazz a genuino folk. Uno spettacolo difficilmente dimenticabile.
La serata continua con i “Quintorigo”, band Romagnola già ospite di Festintenda e visti anche, qualche anno fa, al Festival di Sanremo. I Quintorigo hanno intrapreso un nuovo progetto musicale dove ripercorrono i pezzi di alcuni dei grandi nomi del passato reinterpretandone i pezzi secondo il loro stile. A Mortegliano proporranno l’Experience del grande Jimi Hendrix. Per definire quale sia lo stile dei Quintorigo, non ci sono parole che tengano. L’unica soluzione è ascoltarli. Non si può etichettare con un genere questa band, ne definire perfettamente le contaminazioni che fondono nel loro sound. Loro distruggono, frammentano, incollano, rielaborano. Tutti i generi passano sotto le loro sapenti mani, ma nessuno di essi riesce a prevalere sugli altri. Il risultato è un mix affascinante e destabilizzante che colpisce alcune corde nascoste del nostro intelletto e mette in discussione tutte le conoscenze che pensavamo di avere in ambito musicale. L’unico modo di capire quello che le parole non possono descrivere, come già accennato, è ascoltarli dal vivo e lasciarsi rapire da quello che probabilmente è il progetto musicale Italiano più sperimentale e coraggioso.

Sabato si alterneranno ben quattro band sul palco, iniziando con “La Dolce Vita”, ovvero gli ex “Hydra”, attivissima band dal vivo che unisce il rock melodico e genuino con incisive pennellate di electro inserendo tutto in una sapiente performance live interattiva ed innovativa.Dopo di essi sarà la volta dei Sextress, band di Codroipo che esprime al massimo l’amore viscerale per il garage rock. Inizialmente impegnati in cover e rivisitazioni di pezzi storici del garage, in particolare di Fuzztones, in seguito trovano le energie per comporre i propri brani, creando un sound trascinante e inconfondibile.In seguito ci godremo i Vicentini “Sultan Bathery”, eclettica garage band che unisce al revival anni sessanta un trascinante intreccio di riff incalzanti e frecce psichedeliche, riuscendo a fondere il tutto in modo particolarmente convincente.A chiusura della serata ci saranno i “Fuzztones”, storica garage band Newyorkese nata nel 1980, che fa del revival il suo punto di forza, riprendendo le sonorità di storici gruppi anni ’60, come Sonic e Love, dando nuova linfa al genere con la passione spasmodica per il cinema horror di serie B.

Quello che ne esce è un suono grezzo e veloce che influenzerà tutte le band che gravitano attorno al garage e al punk.

Le performance live dei Fuzztones sono trascinanti, sarò impossibile restare fermi e sicuramente il ricordo di questa serata ci accompagnerà per molto tempo.

Il primo week end di Festintenda si preannuncia esplosivo. E siamo solo all’inizio!

771