Udine: a Rivignano torna il festival della canzone funebre – il PROGRAMMA – 2 novembre 2016

franzmerkalliComune di Rivignano in collaborazione con Musicisti Tre Venezie:
FESTIVAL MONDIALE DELLA CANZONE FUNEBRE 2016
presentatori Tiziana Cosmi e Claudio Moretti
regia e direzione artistica Enrico Tonazzi & Rocco Burtone

Partito alla chetichella cinque anni fa, il festival funebre ne ha fatta di strada, e da manifestazione quasi goliardica e festaiola, è oggi diventato una rassegna che cura la qualità degli ospiti e della musica, tanto che quest’anno, smesso l’abito alla marinara, come avesse raggiunto la maggiore età, presenterà musicisti di caratura nazionale. Vediamoli insieme:

FRANZ MERKALLI & TELLURICA oramai famoso il loro rock ironico che prende in giro tutto e tutti, e infatti se la prendono con i Centri Benessere cantando la canzone “Centro malessere”.

ALL’ULTIMO MOMENTO – Pier Luca Montessoro, professore universitario, iniziò quattro anni fa a raccontare la storia funebre, tra il serio e l’ironico, che si concluderà quest’anno.

ESTACION SUR la musica sudamericana in chiave cantautorale senza abbandonare i ritmi tipici di quelle lontane regioni e strizzando l’occhio alla musica tradizionale.

ARNO BARZAN (tastiere) DANIELA DEL MISTRO (soprano) FRANCESCA SMIRAGLIA (canto)  – “Verdi Rock” è uno spettacolo dedicato all’opera del grande maestro ma, oltre che lirica, anche in chiave jazz-rock. Un esperimento decisamente stimolante.

MICHELE PUCCI – PAOLO FORTE – GIULIO VENIER questi tre virtuosi dedicheranno agli ascoltatori un racconto musicale tra flamenco, musica popolare e improvvisazioni.

VIENTO FLAMENCO presenta 2 coreografie del classico flamenco: una “SIGUIRIYA” e un “TIENTO”: coreografie Lucia Tosto. Per la prima volta la danza al Festival Funebre.

FABIO ULLIANA & OFF LIMITS BAND Ulliana è oramai considerato uno dei più importanti chitarristi blues italiani e lo rimarcherà durante la serata.

NOSISA’ Gruppo ormai storico che si dedica alla canzone d’autore in friulano, con molti occhieggiamenti alla musica tradizionale friulana.

Come si nota, gli interventi musicali rappresentano stili e culture diversissimi. Si va dal rock pesante di Merkalli al blues di Ulliana, dall’Opera Verdiana portata da Arno Barzan alla popolare e cantautorale dei Nosisà e All’Ultimo Momento, la sudamericana degli Estacion Sur, concludendo con il flamenco di Michele Pucci che lo suona e Viento Flamenco che lo danza (per non dire di Giulio Venier e Paolo Forte che suoneranno… chi lo sa cosa?).

Ogni anno la rassegna è cresciuta in qualità e, a quanto pare, anche quest’anno… Ma attendiamo il 2 novembre per trarre conclusioni.

Come sempre il festival sarà presentato dalla brava ed effervescente Tiziana Cosmi e dal vulcanico e gioioso Claudio Moretti.

Anche quest’anno la serata sarà dedicata all’associazione Luca Onlus che non ha fini di lucro. Persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e svolge la propria attività nel territorio della regione Friuli Venezia Giulia nel campo delle malattie maligne dei bambini, tumori e leucemie.

 

1.187