Bearzi

Udine: a Soleschiano Diego Perrone “crea” con i bambini – 2 lug 2015

DIEGO PERRONE-Senza titolo-1995-frameDiego Perrone, uno degli artisti più significativi e riconosciuti del panorama nazionale e internazionale, presente con le sue opere in molti dei maggiori musei del mondo, tra cui MAXXI di Roma, Museion di Bolzano, Guggenheim di New York e Centre Pompidou di PARIGI, è impegnato in questi giorni a Udine per condividere a RAVE East Village Artist Residency 2015 l’esperienza di coniugare l’arte contemporanea con l’esigenza di guardare oggi verso una prospettiva biocentrica. Gli animali, troppo spesso assoggettati all’uomo, sono i veri protagonisti non-umani del progetto: Tiziana Pers, direttrice artistica di Rave Residency, ha salvato quest’anno dal macello un asino nano e un capretto, ospiti nel giardino di un bellissimo borgo medievale nell’hinterland udinese, scelto dagli organizzatori di Rave, come residenza dove accogliere artisti, critici d’arte, curatori, filosofi, architetti, volontari, giornalisti e il pubblico. Nella vecchia stalla di un antico cascinale nel borgo storico di Soleschiano, in provincia di Udine, prenderanno vita gli incontri, i laboratori e l’artist-in-residence e tutti gli altri ospiti si relazioneranno con i due animali al fine di offrire una diversa prospettiva quale punto di partenza per nuovi dialoghi tra arte e cultura e pensiero biocentrico.
Anche le passate edizioni di Rave Residency hanno visto protagonisti grandi nomi dell’arte contemporanea quali Adrian Paci, che nel 2011 ha realizzato il video Inside the Circle 2012. Ivan Moudov, con l’installazione del 2013 Stones, e Regina José Galindo che, nel 2014, ha realizzato la performance La oveja negra.
Diego Perrone, al termine del suo soggiorno a Soleschiano presenterà il 2 luglio prossimo alle ore 18.00 il suo lavoro al Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Casa Cavazzini di Udine, in dialogo con la storica dell’arte Valentina Sonzogni e il filosofo Leonardo Caffo. Il 13 luglio invece si chiuderà il programma di residenza con la presentazione, al PAC di Milano, del progetto ideato in interazione con il territorio del Friuli Venezia Giulia e gli animali RAVE.
Il progetto raggiungerà così uno dei suoi scopi e cioè quello di favorire, attraverso l’arte contemporanea, l’approccio al pensiero biocentrico e antispecista in contrapposizione al pensiero antropocentrico.
RAVE è realizzato con il supporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con NGO Musiz Foundation, Trieste Contemporanea, Hope, OIPA-Organizzazione Internazionale Protezione Animali, Gallinae in Fabula, Ukkosen Teatteri. Main partner Vulcano unità di produzione contemporanea.
Ha collaborato, tra gli altri, con: MAXXI e MACRO, Roma, Casa Cavazzini, Civici Musei di Udine, Università degli Studi di Udine, Festival del biocentrimo [email protected], Vicino/lontano, Centro Studi Pier Paolo Pasolini, scatolabianca, Sponge, Dolomiti Contemporanee, Site Specific Scicli, Etrarte, ALL, Trial Version, AIR Art in Residence, Trans Artists_Amsterdam, Wooloo, Copenaghen.

facebook
608