Bearzi

Udine: accordo con la carinzia per far conoscere ai turisti le bellezze della nostra città

udine piazza san giacomo alto 13
Il turismo austriaco fa sempre più tappa su Udine. È da poco stato concluso, infatti, un accordo tra l’assessorato al Turismo del Comune di Udine e l’agenzia statale della vicina regione carinziana. Un accordo che prevede, a partire dal 15 settembre e fino all’8 ottobre la tappa nel capoluogo friulano di 3 o 4 corriere al giorno con circa 150-200 turisti in viaggio diretti in Slovenia.

“Questa opportunità – spiega l’assessore comunale alle Attività economiche e al Turismo, Alessandro Venanzi – si è creata grazie alla collaborazione con la regione Carinzia. Ho incontrato– spiega – i rappresentanti dell’agenzia statale carinziana prima dell’estate e siamo riusciti a trovare un accordo che prevede la tappa a Udine di un tour organizzato verso la vicina Slovenia. Una grande opportunità – prosegue – per far conoscere le bellezze della nostra Udine anche oltre confine, ma anche per generare un’occasione commerciale per le realtà economiche cittadine. Rafforzare la presenza turistica in città – conclude – è uno degli obiettivi sui quali stiamo lavorando convintamente fin da inizio mandato”.

Ma la presenza dei turisti austriaci nel capoluogo non è l’unica novità di questo mese. In occasione della XX edizione di Friuli Doc, più grande rassegna enogastronomica del Friuli Venezia Giulia in programma dall’11 al 14 settembre, infatti, Udine ospiterà una delegazione ufficiale di tre città gemellate, Esslingen am Neckar (Germania), Vienne (Francia) e Villach (Austria).

Nello spirito di collaborazione e amicizia che lega Udine con le vicine città gemellate e allo scopo di riprendere una già consolidata tradizione, nella quattro giorni di Friuli Doc ci saranno quindi anche i rappresentanti istituzionali delle tre città. Il programma di incontri, che si avvarrà dell’assistenza di studenti dell’ateneo udinese come facilitatori linguistici, è stato curato dal delegato ai Rapporti con le Città Gemellate, il consigliere comunale Pierenrico Scalettaris. “Abbiamo organizzato – spiega Scalettaris – una visita alla città e ai suoi musei, ma sarà l’occasione per far conoscere alcuni dei progetti che il Comune sta seguendo con successo da tempo come ad esempio gli orti urbani. Abbiamo anche organizzato – prosegue – una visita al teatro “Giovanni da Udine” così come al cantiere del nuovo parcheggio in piazza Primo Maggio, dato che a Vienne ne stanno per realizzare uno simile in pieno centro città. Ma ci sarà anche un incontro con l’assessore Pirone – conclude Scalettaris – sul fronte dei progetti culturali e altri incontri in generale su progetti che possono essere sviluppati insieme in futuro”.

Soddisfatto delle ricadute sul capoluogo anche l’assessore Venanzi. “Per questa edizione di Friuli Doc – precisa – abbiamo voluto riprendere quello che nelle primissime edizioni era un’abitudine consolidata, ovvero quella di invitare anche i rappresentanti delle città vicine o gemellate in modo tale da consolidare i rapporti di collaborazione e intraprendere insieme comuni azioni di reciproca promozione turistica”.

facebook
766