Bearzi

Udine: agente assicurativo truffa 30 clienti. Con gli 800 mila euro rubati si gode vacanze, golf, moto e auto

udine 8 ottobre 2012 – Indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Udine su delega della locale Procura della Repubblica hanno consentito di individuare un’attività truffaldina condotta da un agente assicurativo che operava per una nota compagnia assicurativa nazionale a danno di circa 30 clienti per un ammontare di oltre 800mila Euro.
L’attività è stata avviata dalle fiamme gialle udinesi a seguito di una segnalazione della stessa assicurazione, insospettita da gravi incongruenze documentali emerse nel corso di un’ispezione interna.
Sono state pertanto avviate indagini di polizia giudiziaria, coordinate dalla locale Procura, che hanno confermato quanto ipotizzato nei confronti dell’agente assicurativo che, attraverso molteplici artifizi, si è indebitamente appropriato di denaro investito dalla clientela in strumenti assicurativi, operando con diverse modalità illecite.
Al fine di appropriarsi delle somme di denaro contestate, il soggetto in questione faceva sottoscrivere contratti che poi però non perfezionava, faceva compilare ai clienti assegni che versava sui propri conti correnti personali, redigeva false richieste di riscatto, e infine rinnovava polizze reali in scadenza effettuando però un rinnovo parziale e trattenendosi il restante importo.
Da tutti questi comportamenti sopra descritti, è emerso che l’indagato ha truffato una trentina di clienti, sottraendo loro una somma pari a oltre 800mila Euro.
L’esecuzione di una perquisizione presso la sua abitazione, l’analisi dei suoi conti correnti, unite alle dichiarazioni rese dai clienti, hanno avvalorato la tesi investigativa circa l’utilizzo improprio, da parte dell’agente assicurativo, delle somme di denaro ricevute dai suoi clienti.
Esaminando i conti correnti, i militari hanno inoltre potuto verificare come è stato utilizzato il denaro che il soggetto ha sottratto ai clienti.
L’agente assicurativo, a discapito del fatto che con le sue condotte ha truffato anche persone che in buona fede avevano affidato a lui i risparmi di una vita, ha pensato bene di godersi la vita con le somme illecite, effettuando moltissimi viaggi in tutto il mondo, frequentando casinò, iscrivendosi a golf club, acquistando una moto di grossa cilindrata ed un auto di lusso.
Le indagini si sono concluse con la denuncia del soggetto alla locale Procura per truffa, appropriazione indebita e falsità in scrittura privata.
La Guardia di Finanza, impegnata da sempre, ma oltremodo in questo periodo, nella tutela dei risparmiatori, si è distinta anche con questa azione di servizio quale presidio a garanzia del patrimonio e per la più forte tutela del cittadino.

facebook

Lascia un commento

423