Udine: alla scoperta dell’Alta Val Torre – 18/19 maggio 2019

Per conoscere l’Alta Val Torre non c’è modo migliore se non attraverso tantissime attività all’aria aperta, che ne rispettino la natura, ancora oggi pressoché incontaminata, e insieme permettano di viverla con entusiasmo, sia da sportivi sia da “contemplatori”, alla ricerca di relax o di un pizzico di poesia. Con una pausa, dinamica o meditativa, dallo scorrere veloce del quotidiano. Nasce così l’Alta Val Torre (Avt) Open Air Festival, evento di eventi che la nuova associazione Open Air Life, gruppo di appassionati ed esperti, conoscitori e amanti della zona, ha organizzato per domenica 19 maggio – e un “assaggio” il pomeriggio e la sera di sabato 18 maggio –, con base a Villanova delle Grotte, in Piazza Jaques De Molais, adiacente alla Grotta Nuova, gioiello naturalistico custodito dalla Valle.

Proprio in quest’area sarà allestito il Campo Base: saranno disposti stand per presentazioni e per ospitare laboratori e corsi. Da lì inoltre partiranno passeggiate e altre attività sportive (e non solo) pensate su misura davvero per tutti, piccoli, adulti e con un programma speciale anche per gli amici a quattro zampe.

La scaletta è fittissima ed è aggiornata costantemente sul sito http://www.openairlife.it/ e sulla pagina Facebook dedicata (AVTOpenAirFestival), dove ci sono anche tutte le modalità per prenotare la propria partecipazione, sicuramente consigliata, per le singole iniziative proposte.

Sabato 18 alle ore 17 si parte con il laboratorio di letture per bimbi “Il Bosco delle Storie” e con l’escursione naturalistica di due ore, adatta a tutti, “Gli alberi raccontano”, itinerario che si snoda nei dintorni del Campo Base e costituisce un’occasione unica per conoscere alcuni aspetti che caratterizzano il mondo degli alberi e le loro relazioni con l’ambiente circostante. Alle 21, questa anteprima di Festival si conclude imboccando il “Sentiero della luna”, escursione notturna di nordic walking, accompagnata da attività di ginnastica orientale Pa Tuan Chin e bagno sonoro con gong, campane tibetane e strumenti antichi e tradizionali.

Domenica 19 maggio, si comincia presto, alle. 8 Si parte subito con la passeggiata non competitiva con i cani a passo libero. Sempre per chi vuole partecipare al Festival con il suo cane, si presenterà l’attività di “Dog Endurance”, con una prova pratica e partenza collettiva alle 9.

E sempre alle 9 sarà il momento di apertura ufficiale delle iniziative edegli stand. L’area sarà aperta tutto il giorno e oltre alle bontà locali si promuoveranno diverse attività per bambini in armonia con la natura, si proporranno consulenze sull’alimentazione degli animali, si presenteranno associazioni del territorio. Sarà anche possibile fare la conoscenza di simpatiche caprette.

Inoltre, un’area specifica sarà attrezzata a “campo Benessere” e lì, con la guida di maestri e operatori professionisti, sarà possibile praticare (o conoscere live, per chi non le ha mai provate) attività di ginnastica orientale, massaggi e meditazione, come Chi Kung, Tai Chi Ch’uan, Pa Tuan Chin, Chi Pen Kung Chia, ma anche bagni di suoni con gong e massaggio sonoro armonico. Si faranno poi yoga (pure per i bambini), massaggi shiatsu e altre pratiche “olistiche”.

Oltre alle Dog Endurance, alle 9 si partirà in escursione naturalistico-geologica e, alle 9.30, “Back to the forest” aprirà la “caccia fotografica” alla scoperta dell’ambiente forestale. Sono previsti anche lo Speleotrekking in Grotta Doviza (requisiti: attitudine al trekking, abiti comodi e scarponi o stivali di gomma, e saranno forniti i caschetti a led), dimostrazioni di arti marziali e di altre discipline e ci saranno anche speciali escursioni in bici e in e-bike.

Il rientro da tutte le escursioni e la chiusura delle varie attività è prevista verso le 16.30 circa. Durante la giornata, sarà possibile visitare anche il percorso turistico della Grotta Nuova (biglietto scontato presentando il braccialetto dell’evento alla reception), il Museo Etnografico a Lusevera e Museum-Museo Archeologico Naturalistico a Tarcento, che saranno aperti in collegamento ideale con il Festival. Apertura straordinaria anche per il Fortino del Bernadia che rimarrà aperto e garantirà la presenza di un esperto che ne illustrerà la storia.

Per partecipare si consiglia un abbigliamento adatto: a seconda delle attività proposte o abbigliamento da trekking o abiti comodi e tappetino per le attività olistiche.

L’entrata al Campo Base è gratuita, verrà richiesta solo una “fee” simbolica per la copertura assicurativa e che consentirà di accedere e a tutte le attività in programma.

1.272