Bearzi

Udine: arresti per detenzione sostanza stupefacente

arresti
Nell’ambito del piano coordinato, predisposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Udine per la repressione del crimine in provincia, che prevede la partecipazione anche di pattuglie, non in divisa, nel corso dei fine settimana , quando maggiori sono le possibilita’ di commissione dei reati e quando appare evidente la diffusione delle sostanze stupefacenti nei confronti dei giovani che affollano i locali pubblici od i luoghi di maggiore aggregazione, i Carabinieri del Nucleo Investigativo, comandanti dal Capitano Fabio PASQUARIELLO, nel corso della nottata scorsa hanno proceduto al controllo, in Basagliapenta di Campoformido , lungo la stradale 13, di un’autovettura sospetta,

– a bordo della quale , nel corso di un breve pedinamento erano stati notati tre individui

– che eseguito un subitaneo accertamento era risultata provenire dalla provincia di Cuneo.

Tale due circostanze sonop appare significative in relazione al possibile collegamento tra il terzetto e la possibile commissionbe di furti ai danbni o di civili abitazioni oppure presso bar ove sono situati ivedo giocghi o macchinette cambia soldi.

All’interno della macchina, come detto venivano identificati tre soggetti di origine albanese, tutti domiciliati in Piemonte, i quali sottoposti a puntigliosa perquisizione venivano trovati in possesso di un “sasso” ( come definito in gergo) di cocaina per il peso di 100 grammi circa , con il quale si sarebbero pouto ricavare un 200 dosi di stupefacente per un valore che si aggira al “dettaglio” di circa 15.000 euro.

Si sottolineano le capacita’ investigative dfei Carabinieri operanti, i quali hanno saputo tradurre in pochi secondi un sospetto in una importante azione di contrasto alla diffusione dello stupefacente in citta’, infatti i tre si stavano dirigendo verso Udine ( forse per raggiungere qualche locale pubblico) dove consegnare lo stupefacente allo spacciatore locale.

I tre soggetti, gia’ conosciuti dalle forze dell’ordine piemontesi, hanno ascritti a loro carico precedenti penali ed in partiocolare l’ULAJ risulta essere stato gia’ arrestato dai Carabinieri di Varese nel 2006 per la merdesimo tipologia di reato.

Gli arrestati condotti presso la Casa Circondariale di Udine in attesa delle valutazioni del Sost.Procuratore Dott.ssa Maria Caterina PACE , che si occupera’ del caso.



facebook

Lascia un commento

930