Bearzi

Udine: aziende alla ricerca di affari negli Emirati Arabi

Il tavolo dei relatori (foto Fabbro)28 ottobre 2014 – Grande interesse e grande partecipazione da parte delle aziende friulane – una cinquantina le presenti – ha suscitato il focus sugli Emirati Arabi Uniti promosso questa mattina a palazzo Torriani da Confindustria Udine in collaborazione con Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

 

Dopo gli appuntamenti focalizzati su Federazione Russia, Usa e Cina, Germania, Confindustria Udine e CariFvg hanno infatti spostato l’attenzione sulle dinamiche di sviluppo del business negli Emirati Arabi Uniti, punto di snodo internazionale per il mondo degli affari e dell’imprenditoria.

 

“Gli EAU – ha evidenziato Massimiliano Zamò, presidente del Gruppo Giovani imprenditori di Confindustria Udine – rappresentano il principale mercato di sbocco delle esportazioni italiane nel mondo arabo”.

 

“La nostra Cassa – ha ricordato Stefano Capacci, direttore generale Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia – ha avviato un ciclo di incontri sull’internazionalizzazione in quanto siamo fortemente convinti che lo sviluppo di nuovi mercati e l’export siano le leve trainanti per uscire dalla crisi”.

 

In Friuli Venezia Giulia si è registrato nel 2013 un netto miglioramento nell’interscambio commerciale, con 159 milioni di Euro di esportazioni, corrispondente ad un aumento del 69,3 % rispetto al 2012. In Provincia di Udine, in particolare, l’incremento delle esportazioni nel primo semestre del 2014 rispetto al corrispondente periodo del  2012 ha sfiorato il 24% (+23,8%). Il settore della Metalmeccanica rappresenta la principale voce, registrando inoltre ottimi indici di crescita (+45,8%%, da 11,6 a 16,9 milioni di euro), seguito da quello dei mobili (+91,7% da 1,2 a 2,3 milioni di euro).

 

Il mantenimento di un’adeguata porzione di mercato richiede un mirato coordinamento delle imprese per meglio sfruttare le opportunità offerte dai grandi progetti di sviluppo, in particolare nei settori infrastrutture e costruzioni. In questo senso si inserisce la visita promossa dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Udine al The Big 5, la fiera che si terrà il prossimo mese e considerata l’evento di riferimento per il settore edilizia per gli operatori del Medio Oriente, del Sud-Est Asiatico e del Nord Africa. L’edizione 2013 ha contato oltre 2.742 espositori provenienti da 57 Paesi e più di 74.962 visitatori (il 12% in più rispetto all’edizione precedente).

 

A Dubai, grazie anche alla collaborazione con l’associata Vistra – il cui presidente Federico Olivo, nel corso del workshop ha parlato dei requisiti di sicurezza e ambiente per chi opera negli EAU-  sarà organizzato un seminario con diverse consulenti ed operatori per fornire assistenza alle nostre aziende che intendono esportare o insediarsi nel mercato arabo. Sarà presente anche un funzionario della filiale di Dubai della Banca Intesa San Paolo che ha sostenuto l’iniziativa odierna.

 

“Il sistema imprenditoriale friulano – ha aggiunto il direttore generale di CariFvg Capacci – sta dimostrando di avere la forza per affrontare la crisi e vediamo segnali incoraggianti di un ritorno agli investimenti. Ciascuno, istituzioni, sistema bancario, imprese, deve dare il proprio contributo per far ripartire l’economia. Il nostro Gruppo ha previsto nel proprio piano industriale l’erogazione in quattro anni di 170 miliardi di nuovo credito a famiglie e imprese. Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia non farà quindi mancare risorse a chi ha piani sostenibili di crescita. Ma anche le imprese devono rilanciarsi e gli imprenditori investire di più nelle proprie aziende, affinché possa innescarsi quel circolo virtuoso da cui possono arrivare benefici per occupazione, consumi e produzione. In quest’ottica si inserisce anche l’accordo siglato a luglio da Intesa Sanpaolo con la Piccola Industria Confindustria che prevede un plafond di 10 miliardi a favore delle pmi del territorio in particolare per sostenere l‘innovazione, la crescita dimensionale e la competitività all’estero”.

 

All’incontro di palazzo Torriani sono anche intervenuti Gianluca Salsecci, Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo, che ha relazionato sulla struttura dell’economia e delle potenzialità di crescita degli EAU, Leonardo Zuin, Internazionalizzazione Imprese Intesa Sanpaolo, che ha illustrato i servizi per l’internazionalizzazione delle imprese nei Paesi del Golfo”, Luigi Landoni, Responsabile Desk Italia Filiale di Dubai e Rappresentanza Abu Dhabi Intesa Sanpaolo – in collegamento video con Dubai – che ha riassunto il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo negli Emirati Arabi Uniti. Ha moderato l’incontro: Stefano Sello, coordinatore Mercato Imprese Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

facebook
966