Udine: bullismo, “Pagami o ti picchio” – due minorenni in comunità

poliziaNei giorni scorsi personale della Squadra Mobile di Udine ha concluso un’attività di polizia giudiziaria coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste nei confronti di due giovani per fatti costituenti reato commessi a Udine in ambiente scolastico e parascolastico.

Si è trattato di vari episodi di rapina ed estorsione compiuti nel corso dell’anno scolastico 2014/2015; in particolare nel mese di maggio, in concorso tra loro, mediante minaccia costringevano un giovane a consegnare loro un monile d’oro e pochi giorni dopo minacciavano di picchiare alcuni compagni di classe se si fossero rifiutati di consegnare loro somme di denaro. Di fatto le vittime venivano aggredite e riportavano lesioni. Nel corso dello stesso anno scolastico 2014/2015 i responsabili ponevano inoltre in essere più episodi di estorsione nei confronti di compagni di classe, usando violenza e minaccia per ottenere somme di denaro. Tali fatti avvenivano nelle pertinenze dell’edificio scolastico e nei luoghi di transito da e per la scuola.

A seguito dell’accertamento sulle loro responsabilità è stata emessa l’Ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in comunità emesso dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Trieste nei confronti di entrambi i giovani. L’Ordinanza eseguita nei confronti di uno di essi nel mese di luglio c.a., è stata successivamente aggravata con la custodia cautelare in carcere nel mese di agosto a seguito dell’allontanamento arbitrario del giovane dalla comunità. Nei giorni scorsi veniva eseguita altresì l’Ordinanza della misura cautelare con il collocamento in comunità dell’altro ragazzo, rintracciato al momento del suo rientro sul Territorio Nazionale.

802