Udine: Camensich ospite di Suns – 6 dic 2015

Arno Camenisch 2Una domenica intensa di appuntamenti tra letteratura e musica per il festival internazionale delle lingua minoritarie Suns Europe, in corso tra Udine e il resto del Friuli. La giornata di domani, domenica 6 dicembre, si apre alle 10.00 all’ Agriturismo “La regina del Bosco” di Rivignano (località Flambruzzo) con la colazione letteraria a cura di Paolo Cantarutti “Scrivi intune lenghe che si lasse inventâ”. Ospiti Rut Bernardi e Stefano Moratto insieme al pluripremiato scrittore svizzero Arno Camenisch. Tradotto in diciotto lingue (per l’Italia pubblica con Keller editore), il 34nenne autore bilingue romancio e tedesco, si è affermato sulla scena letteraria internazionale soprattutto con il suo romanzo Dietro la stazione che, come tutte le sue opere, unisce all’universalità dei suoi personaggi un profondo radicamento ai luoghi della sua infanzia, quelle vallate delle Alpi Svizzere dove è nato e dove ha ambientato il romanzo. Una sorta di piccolo diario stagionale con il quale un ragazzino d’un minuscolo villaggio del Canton Grigioni ne racconta la quotidianità, composta di tanti piccoli fatti nella cui apparente ordinarietà spesso si celano barlumi di straordinario. Già non del tutto ordinaria è la gente del luogo, soprattutto per via di quella lingua antica – il romancio sursilvano – che è ancora parlata in piccole zone della Svizzera a volte pure come primo idioma, e al punto che alcuni dei più anziani indigeni faticano a capire il tedesco parlato dai connazionali. Lo stesso Camenisch scrive in romancio, e nell’ottima traduzione di Dietro la stazione Roberta Gado ha di frequente lasciato, qui e là nel testo, alcuni di questi strani termini sursilvani, a volte incomprensibili, altre volte molto simili a certi dialetti di matrice lombarda. L’autore ci sorprende con storie senza tempo ed echi di una lingua che sembra nascere dalla pietra, risuonare nei boschi e sopravvivere al destino degli uomini.
Arno Camenisch sarà anche al centro dell’appuntamento del pomeriggio a Cormons (inizio ore 16.00) nell’incontro “Hinter dem Bahnhof / Daûr la Stazion. Incontro con la scrittura di Arno Camenisch” organizzato da Suns Europe insieme a Cormons libri, un appuntamento a cura di Federica Angeli con le letture di Sandra Cosatto.

Nel pomeriggio di domenica a Udine (Oratorio del Cristo, ore 17:30), spazio alla sezione muscale di Sun Europe, con lo show-case concerto per la presentazione dell’antologia musicale “Suns vol.4 (Vive!)” che riassume le evoluzioni più recenti della nuova musica friulana, dal 2010 al 2015, da leggere e da ascoltare in un cd book: un disco con ben ventuno brani di altrettanti protagonisti della “gnove musiche furlane” e sessantasei pagine di testi, foto e altra documentazione. L’incontro dialogato (e musicato), realizzato in collaborazione con l’Accademia d’Arte drammatica Nico Pepe, vede la presenza dell’editore del volumen Valter Colle, il suo curatore Marco Stolfo, e diversi artisti presenti nell’antologia della nuova musica friulana che raccoglie brani di Loris Vescovo, Lino Straulino, Elisa Martin, Priska, Giulia Daici, Matteo Segrado, Luigi Maieron, Luna e Un Quarto, Arbe Garbe, e molti altri.

Sempre alle 17.30 all’Ospedale dei Battuti di San Vito al Tagliamento. incontro con Giovanna Marini e Enrico Frattaroli, protagonisti dell’atteso spettacolo–concerto Jo i soj, in omaggio a Pier Paolo Pasolini, in programma lunedì 7 dicembre a Casarsa. L’incontro introduce il nuovo spettacolo e racconta il rapporto tra Giovanna Marini e il poeta friulano, che l’artista ha già portato più volte in scena analizzando l’uso del friulano da parte di un giovane Pasolini come chiave di lettura di una formazione culturale, politico, poetica.

910