Bearzi

Udine: Casa Moderna 25 settembre – 4 ottobre 2010

casa moderna

Casa Moderna è Casa Moderna, si sa, ma oggi (sabato 25 settembre) a Udine Fiere si è respirato qualcosa di più, qualcosa di diverso fin dall’inaugurazione alla quale hanno partecipato numerose persone tra autorità, categorie economiche, operatori, espositori e giornalisti, tutti in attesa di scoprire cosa riserva questa 57^ edizione della manifestazione più importante e più invidiata del panorama fieristico del Nord-Est in fatto di arredamento, design, bioedilizia e di tutto quanto contribuisce a fare della casa l’eterno epicentro di desideri e investimenti. Unanime, tra gli interventi che si sono succeduti durante la cerimonia inaugurale, il giudizio positivo sulla qualità e sull’importanza di Casa Moderna che quest’anno ha rinnovato immagine di campagna e lay-out espositivo e ha potenziato la comunicazione chiedendo a Udine e Gorizia Fiere un impegno economico maggiore. Sforzo giustificato visto che il beneficiario è «una vetrina d’eccellenza che espone e promuove eccellenze – come ha ricordato nel suo intervento il Presidente della Fiera Sergio Zanirato, precisando che – la linea adottata oggi dalle grandi fiere nazionali in questa fase di crisi è quella di consolidare e rilanciare manifestazioni esistenti di eccellenza. E con Casa Moderna la Fiera segue questa rotta, non solo da oggi, visto che il successo della manifestazione parte da lontano e non è l’unico esempio se pensiamo ad altri appuntamenti chiave, legati al territorio, coma la rassegna agricola Agriest e il salone biennale dell’agroalimentare Good».

Moderati e stimolati dal giornalista Davide Vicedomini anche sulla questione della riorganizzazione del sistema fieristico regionale e sulla proposta di fusione tra i poli fieristici di Udine-Gorizia e Pordenone, sono intervenuti lo stesso Zanirato (“anche se i passaggi della fusione sono una decisione che spetta ai soci, troviamo un accordo per diventare una vera piattaforma logistica a favore dell’economia regionale e delle imprese”) il Presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo (“la proposta di fusione va letta come una disponibilità a portare un reale contributo alla razionalizzazione del sistema fiere mettendo insieme capacità e punti di forza”), il Presidente della Cari Fvg Giuseppe Morandini (“gli esiti di una fiera importantissima come Casa Moderna ci aiuteranno a capire se questo è il modello fieristico che reggerà un futuro”) e l’Assessore regionale alla Pianificazione territoriale e Relazioni internazionali comunitarie Federica Seganti (“fusione o coordinamento, si vedrà quale sarà la modalità migliore, ma comunque le fiere, anche per accedere ai contributi regionali, devono dare valore aggiunto dimostrando di essere strumento di innovazione e di supporto all’economia”).

Il taglio del nastro e la visita ai padiglioni ha ufficialmente dato il via alla dieci giorni di Casa Moderna e al grande lavoro che ogni espositore farà nel proprio stand dopo averlo allestito con cura mettendo in mostra il meglio della propria produzione. Con una superficie espositiva che si sviluppa all’interno dei 9 padiglioni e nelle aree esterne, a Casa Moderna espongono fino a lunedì 4 ottobre oltre 500 espositori tra diretti e indiretti, provenienti da tutta Italia con marchi nazionali ed internazionali tra i più affermati e prestigiosi del settore casa. Anche quest’anno saranno proposte numerose novità, frutto di un lavoro costante nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni che seguono i trend di mercato e le esigenze del consumatore. Infatti i settori merceologici sono estremamente variegati, offrendo così la possibilità ai visitatori di soddisfare ogni richiesta per creare o rinnovare il proprio spazio abitativo anche in armonia con l’ambiente.

Le principali novità riguardano l’arredo contemporaneo, in particolare per la zona living della cucina, del soggiorno, del bagno ed anche le nuove soluzioni per la zona notte e il riscaldamento, pavimentazioni (interne ed esterne), scale e serramenti progettati come elementi di decoro e design non solo funzionali, ma con uno spiccato gusto estetico ideale per arredare con originalità la “casa moderna”.
Ampio spazio è dedicato anche alla bio-edilizia con le ultime novità del momento per ottenere bassi consumi energetici, prodotti naturali ed eco-compatibili per il riscaldamento, pavimentazioni e rivestimenti riciclati e riciclabili, sempre nel rispetto dell’ambiente. Al padiglione 7 di Casa Biologica è possibile inoltre approfondire tutti i temi legati all’eco-compatibilità e alla bio-architettura visitando gli stand e consultando i numerosi esperti del settore green.

Casa Moderna offre anche occasioni di incontro con esperti in diversi settori, disponibili a dare consulenze gratuite e personalizzate d’arredamento, nel settore bio-edile ed altro ancora.

L’Esperto Risponde è un’iniziativa realizzata con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Udine, all’interno dell’area Spazio Casa nel padiglione 6, che offre ai visitatori di Casa Moderna l’occasione di confrontarsi con un pool di professionisti (architetti, designer, arredatori…) e di ricevere suggerimenti, idee, proposte e soluzioni tagliate su misura per la propria abitazione.

Il servizio è a disposizione del pubblico per tutta la durata della manifestazione solo su prenotazione telefonando, fino al 24 settembre, al numero 0432 4951 e rivolgendosi al personale del padiglione 6 durante l’apertura della Fiera. In questa edizione verrà inserito il tema-percorso dedicato al “Suono “ grazie al quale il visitatore potrà avere consigli su temi specifici e di particolare interesse legati all’acustica del proprio spazio abitativo. A questo scopo è stata allestita un’area showroom con un’esposizione di prodotti e ultime novità nel campo dell’acustica, per avere dei riferimenti concreti e una maggiore completezza nella consulenza stessa.

L’Ecosportello è un ulteriore servizio di consulenze gratuite fornite da professionisti di Casambiente e Legambiente sui temi del fotovoltaico, dei consumi idrici, su consigli riguardanti il risparmio energetico e il riciclaggio. Il servizio è completamente gratuito e fruibile sabato 25 ottobre, domenica 26 ottobre, sabato 2 ottobre e domenica 3 ottobre rivolgendosi al personale del padiglione 7 di Casa Biologica.
Nello stand del main sponsor Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, al padiglione 4, ci sarà la possibilità di avere informazioni sul nuovo Prestito Multiplo Scuola ad un tasso “10 e lode” ; i consulenti della Cari FVG saranno inoltre a disposizione dei visitatori per dare informazioni e assistenza su tutti i prodotti e servizi, comprese le numerose tipologie di mutuo.
L’offerta degli approfondimenti continua con il servizio informativo e di consulenza offerto dallo sponsor tecnico Amga Energia & Servizi, presente con uno stand al padiglione 4 e disponibile per tutti i giorni della manifestazione rivolgendosi direttamente al personale dello stand.

A completare il panorama degli incontri, un ricco calendario di eventi e convegni aperti al pubblico animerà la Sala Bianca (ingresso ovest), la Sala Convegni (ingresso sud), la Sala Convegni Bio (padiglione 7) e alcune aree all’interno dei padiglioni (per maggior dettagli www.casamoderna.it, sezione eventi).

Nuovo orario per visitare la fiera:

• sabato 10.00 – 23.00
• domenica 10.00 – 21.00
• da lunedì a giovedì 15.00 – 21.00
• venerdì 15.00 – 23.00

facebook

Lascia un commento

518